Silvia Piccini

Mondo del ciclismo in tragedia: Silvia Piccini è morta dopo essere stata travolta da un’auto mentre si allenava in provincia di Udine

La notizia è terribile: Silvia Piccini è morta. La giovane ciclista 17enne, travolta da un’auto mentre si allenava lungo la provincia che collega San Daniele a Rodeano in provincia di Udine ha immediatamente raggiunto l’ospedale. Le condizioni della ragazza, apparse immediatamente molto gravi, sono peggiorate nella serata di giovedì. I familiari hanno dato l’assenso per la vendita degli organi.

Potrebbe interessarti:


La giovane, nata in Spagna con origini di Santo Domingo, abitava a Gradisca di Sedegliano. Il quotidiano ‘Messaggero Veneto‘ parla di lutto nella comunità ciclistica locale. La giovane aveva partecipato ai campionati italiani sia sia su pista che su strada.

L’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani (ACCPI) ha preso una durissima presa di posizione in merito alla vicenda. A mezzo comunicato stampa ha dichiarato che farà causa allo Stato Italiano: “La violenza verbale e fisica contro i soggetti più deboli, come lo sono sulla strada i ciclisti urbani e sportivi, giovani che non diventeranno mai adulti come Silvia, non può essere tollerata in una società civile, mai più.

Per questo l’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani da tempo impegnata nella promozione della sicurezza stradale ha deciso di fare causa allo Stato Italiano per inadempienza mancanza della tutela dei propri cittadini“.

Letture Consigliate