Silvio

Silvio e i suoi primi 80 anni. In quello che sarà sicuramente ricordato come l’anno più duro della sua vita, Berlusconi festeggerà mantenendo un basso profilo e scegliendo solo le persone che realmente rappresentano i suoi affetti

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Silvio e i suoi primi 80 anni. Ebbene sì, ci è arrivato anche lui, anche se quando venne data la notizia del suo ricovero al San Raffaele in pochi avrebbero scommesso sul compimento di questo fatidico traguardo.

Ma lui è un irriducibile, neanche un’esplosione coronarica lo può abbattere. Ma evidentemente l’operazione a cuore aperto e il ricovero prolungato in ospedale avranno spinto Silvio Berlusconi a riconsiderare le priorità della vita, perché secondo quanto emerge dalle indiscrezioni che precedono le sacre celebrazioni, questo compleanno sarà all’insegna della più assoluta sobrietà e della famiglia. 

Quanta differenza rispetto al passato. Senza tirare in ballo le famigerate cene eleganti che tanto divertivano il Presidente e il suo entourage, per i suoi 80 anni Silvio ha scelto di rimanere a casa sua, a Villa San Martino ad Arcore, e offrire una semplice cena di famiglia, con le canzoni dell’onnipresente Mariano Apicella ad allietare gli invitati. Niente doppio ricevimento, come l’anno scorso, in cui Silvio aveva si festeggiato con la famiglia, ma poi aveva trasportato interamente il suo circo a Roma per festeggiare con politici e altri personaggi eccellenti, presenti per arraffare le ultime briciole che il leader, ormai in declino, poteva elargire.

Silvio
Silvio Berlusconi compie 80 anni

Ma questo compleanno è diverso. Se la malattia gli ha fatto comprendere meglio quali sono le priorità della vita e le persone da tenere con sé, tanta sobrietà è stata dettata anche dal fatto che ormai Forza Italia, per come era stata concepita e portata in auge dal suo fondatore, non ha niente di niente di quelli che erano i fasti iniziali. Non conta quante volte Silvio abbia voluto cambiarle nome, quante volte abbia ridimensionato i programmi e quanti alleati abbia cambiato...Forza Italia è morta e sepolta, e le urne non fanno altro che confermare questa china negativa.

Certo, c’è da dire che quando Berlusconi sale in cattedra e sostiene un suo candidato, la possibilità che venga eletto è estremamente concreta, proprio in virtù del fatto che la gente crede ancora nel carisma del Cavaliere. Ma il passaggio di consegne è inevitabile, un po’ per l’età che avanza un po’ per l’esigenza di vedere un concreto cambiamento nel partito, a cominciare da un volto nuovo che lo rappresenti. Ma Silvio non riesce proprio a trovare il suo delfino, e intanto il tempo passa e la salute peggiora. Comunque, intanto giovedì si festeggia e si salta la dieta, almeno per un giorno….poi chissà!

[ads2]

 

Letture Consigliate