sollievo

Sollievo per Latorre. La Corte Suprema indiana ha deciso e il fuciliere di Marina potrà restare in Italia fino alla fine dell’arbitrato internazionale che deciderà sul caso dei due Marò. Soddisfazione dalla Farnesina

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Sollievo per Massimiliano Latorre. Il fuciliere di Marina accusato di omicidio insieme al collega Salvatore Girone potrà restare in Italia fino al termine dell’arbitrato internazionale.

La decisione è arrivata oggi direttamente dalla Corte Suprema di Nuova Delhi, che ha concesso a Latorre la libertà provvisoria, dandogli così la possibilità di rimettersi completamente dall’ictus che lo aveva compito nel 2014. Il tribunale aveva già precedentemente prorogato la permanenza in Italia del Marò per motivi di salute, ma il permesso speciale sarebbe scaduto il 30 settembre. I legali di Massimiliano Latorre nell’udienza di oggi avevano chiesto per il proprio assistito lo stesso tipo di trattamento che era stato utilizzato per l’altro Marò, Salvatore Girone, a cui la possibilità di aspettare l’esito dell’arbitrato in Italia era già stata concessa.

La Farnesina ha espresso estrema soddisfazione per questa decisione “si tratta di un passaggio importante che riconosce l’impegno intrapreso dal governo italiano con il ricorso all’arbitrato internazionale per fare valere le ragioni dei nostri due Fucilieri di Marina. Con identico impegno l’Italia affronterà i prossimi passaggi del procedimento arbitrale, che entra ora nel merito del caso della Enrica Lexie”. Un grande sollievo per Latorre, che con l’avvicinarsi della data prevista per il rientro in India vedeva vanificati i progressi fatti fin ora, certamente resi più efficaci dalla vicinanza della famiglia e degli affetti più cari.

[ads2]

Letture Consigliate