Standby Me, inno all’amore degli anni ’60



“Standby me” brano composto da Ben E. King e pubblicato nel 1961 è uno dei simboli degli anni ’60

“Standby me” brano basato su un pezzo gospel del 1955 dei The Staple Singers è stato pubblicato per la prima volta nel 1961 da Ben. E king.

Il pezzo è stato sicuramente uno dei simboli degli anni ’60 ed è molto noto anche oggi per il titolo del film di Rob Rainer “Standby me- Ricordo di un’estate del 1986.

Il brano infatti ha raggiunto per ben due volte la top ten dei singoli più venduti negli Stati Uniti: la prima volta nel 1961 e la seconda nel 1986.

Inoltre vanta di moltissime cover tra cui quelle di John Lennon, degli U2, di Bruce Springsteen e tanti altri.

Il brano può essere considerato un inno all’amore nel decennio simbolo dei giovani del ‘900; nel brano la frase che ricorre più frequentemente è “Standy me”, in italiano “stai con me”,  richiesta all’amore di non lasciarlo mai, soprattutto nei momenti più difficili.

Quando le montagne cadranno, quando la terra sarà buia o quando il cielo crollerà o le montagne dovessero cadere nel mare sono alcune parole simbolo della canzone e descrivono le situazioni più difficili, in cui se l’amore ci resta accanto non si ha più paura.

Traduzione testo

Quando cadrà la notte
e la terra sarà buia
e l’unica luce che vedremo sarà la luna
no, non avrò paura, non avrò paura
finché tu sarai con me, sarai con me

e cara, cara sta’ con me, adesso adesso sta’ con me
stai con me, stai con me

Se il cielo che noi guardiamo
dovesse crollare e cadere
e le montagne dovessero sbriciolarsi nel mare
non piangerò, non piangerò, non verserò una lacrima
finché tu sarai con me

e cara, cara stai con me, stai con me
stai con me, stai con me, stai con me

Ogniqualvolta sarai in difficoltà, starai con me?
oh adesso, adesso stai con me

o stai con me, stai con me, stai con me
cara, cara, stai con me, stai con me
oh stai con me, stai con me

Leggi anche