Sushi, la ricetta del piatto giapponese più amato dagli italiani



Foto del sushi

Ecco la ricetta per realizzare a casa, in pochi passaggi, gli hosomaki: gustosi bocconcini di sushi arrotolati nell’alga nori, ripieni di riso e pesce

Il sushi è il piatto che rende la cucina giapponese unica in tutto il mondo, riconoscibile a distanza.

Gli ingredienti di base sono due: riso e pesce.

A questi possono essere aggiunte alghe, uova, vegetali, ecc. Il risultato è una grande varietà di sushi, che bisogna imparare a conoscere prima di andare in un ristorante giapponese e ordinare la pietanza che, per il nome, ci risulta più appetitosa. Innanzitutto, dovete ricordare che: il sashimi è diverso dal sushi perché si tratta di pesce crudo a fettine; il sushi chirashi (per la ricetta clicca qui) è del sushi servito in un piatto dove tutti gli ingredienti, invece di essere arrotolati e tagliati, sono mescolati insieme (per capirci, è un insalata con riso, vegetali e pesce).

sushi-sashimi-foto-nomiTipologie di bocconcini di sushi

Questa immagine mostra nomi, ingredienti e figure delle tante tipologie di cibo che vi possono servire nel ristorante giapponese, tra cui questi bocconcini di sushi dai nomi strani: Nigiri, Hosomaki, Futomaki, Uramaki e Temaki. Prima di ordinare qualcosa che non vi piace, ad esempio, il nigiri con la frittata, date un occhiata a destra.

Le origini del sushi

C’è tanta incertezza per le origini di questo piatto. La curiosità più importante è che la ricetta, con molta probabilità, fu portata in Giappone dalla Cina prima dell’VIII secolo. Ma in molte zone dell’Asia, già nel V secolo a.C., era diffuso il metodo di conservazione del pesce in mezzo al riso cotto. Questo metodo si chiamava narezushi; mentre all’inizio il riso veniva buttato, con il tempo iniziò ad essere apprezzato insieme al pesce. Il passaggio dal sushi di un tempo e quello moderno è avvenuto nel corso dei decenni. Per la sua diffusione nell’intero Giappone si deve aspettare il primo dopoguerra.

sushi-jiroSe volete saperne di più sul sushi

È la massima semplicità che conduce alla purezza“. Con questo aforisma inizia “Jiro e l’arte del sushi“, un film-documentario sul modo orientale di nutrirsi che ha conquistato il mondo. Jirō Ono è il proprietario del Sukiyabashi Jiro di Ginza, quartiere di Tokyo. Con lo chef pluristellato, il sushi diventa armonia perfetta tra due ingredienti: il pesce e il riso.

Se volete scoprire di più su questa tradizione antichissima potete guardare il trailer del film di David Gelb, cliccando qui.

Gli attrezzi per preparare il sushi

Pstuoia-recipienterima di iniziare a preparare gli ingredienti, dobbiamo procurarci:

una vaschetta di legno per il riso (hangiri)

una stuoia di bambù per arrotolare il sushi (makisu)

Che cos’è l’hosomaki?

hosomaki salmoneCon la ricetta di oggi andremo a preparare l’hosomaki, il sushi arrotolato in mezza foglia di alga nori e ripieno di riso e un solo tipo di pesce. Noi abbiamo scelto il salmone, ma voi potete variare la ricetta sostituendolo con il pesce che più gradite.

Ingredienti per l’hosomaki:

500 gr di riso

150 ml di aceto di riso

60 gr di zucchero

5 gr di sale

600 ml di acqua

1 alga kombu

1 alga nori

200 gr Salmone

wasabiingredienti-sushi-hosomaki

Suggerimenti

L’hosomaki può essere accompagnato con wasabi, salsa di soia o zenzero sott’aceto.

Prcedimento

  • Come prima cosa prendete il riso per il sushi, con chicchi piccoli e tondi, lavatelo in acqua fredda fino a quando l’acqua non risulterà limpida. A questo punto, dopo averlo lasciato immerso per 15 minuti, averlo scolato e lasciato riposare per altri 15 minuti, versatelo in una pentola e ricopritelo a filo con l’acqua e aggiungete l’alga kombu. Coprite e portate a bollore senza togliere mai il coperchio per circa 13 minuti. Spegnete il fuoco e lasciate riposare il riso per 10 minuti.
  • Nel frattempo preparate il condimento per il riso: in un pentolino versate l’aceto di riso, lo zucchero e il sale. Riscaldate finché sale e zucchero non risultino sciolti e lasciate raffreddare.
  • Mettete il riso nella hangiri e distribuite in modo uniforme il condimento, mescolandolo e raffreddandolo velocemente. Il riso, coperto con un canovaccio, può essere conservato anche per alcuni giorni.
  • Per preparare gli hosomaki: prendete la stuoia, tagliate a metà una foglia di alga e prendete parte del riso (100 grammi). Bagnate le mani con acqua o aceto di riso e stendete il riso sull’alga, non fino ai bordi. Se vi piace il suo gusto piccante, stendete un po’ di wasabi al centro (altrimenti evitate). Prendete uno o più bastoncini di salmone fresco dello spessore di 1 cm e posizionatelo al centro e, premendo con la stuoia, arrotolate il tutto nel senso della lunghezza, prestando sempre molta attenzione.
  • hosomakiI vostri hosomaki sono pronti, dovete solo tagliare (bagnando il coltello in acqua acidulata) il rotolo in sei bocconcini. Ripetete un’altra volta il procedimento per fare altri sei deliziosi finger food giapponesi o provate a farli ripieni con un altro tipo di pesce.

Leggi anche