Foto dal profilo Instagram ufficiale

Timothée Chalamet rivela come si è calato nei panni di Edgar Scissorhands, il figlio dell’iconico Edward Mani di Forbice, nell’incredibile spot televisivo della Cadillac

Potrebbe interessarti:

Timothée Chalamet è Edgar Scissorhands, il figlio Edward Mani di Forbice. No, non si tratta di un sequel del film cult di Tim Burton che vede come protagonista Johnny Depp. A raccontare l’ipotetico futuro del figlio di Edward ci ha pensato la Codillac, durante uno spot pubblicitario trasmesso in occasione del SuperBowl. Ed ecco quindi che vediamo Edgar alle prese con il futuro del 2021, in difficoltà di fronte a semplici episodi di vita quotidiana: che sia fare colazione, prendere un autobus, giocare a football, andare a scuola o fare amicizia. L’unico momento in cui non deve temere è proprio quando guida la sua All-Electric Cadillac, in grado di fare tutto da sola.

Al fianco di Chalamet figura Winona Ryder, già presente nel film originale del 1990 in cui interpretava Kim Boggs, la ragazza amata da Edward nonché madre di Edgard nello spot. La pubblicità ha guadagnato subito l’apprezzamento del pubblico e, soprattutto, ha ricevuto il benestare da parte di Tim Burton. Lo stesso regista ha dichiarato: “E’ raro che un progetto di cui sei orgoglioso continui a vivere ed evolversi con il tempo, anche dopo 30 anni. Sono contento di vedere Edgar affrontare il nuovo mondo. Spero che si divertano sia i fan di Edward Mani di Forbice, sia quelli che lo conoscono per la prima volta“.

La scelta di Timothée non è certo stata casuale. Dopo il successo del film di Luca Guadagnino “Chiamami con il tuo Nome”, l’attore è diventata una delle star più apprezzate e acclamate di Hollywood. Quest’anno sarà protagonista di due dei film più attesi della stagione: il film fantascientifico Dune e il nuovo film di Wes Anderson “The French Dispatch”.

Nel corso di un’intervista rilasciata a Vogue, Timothée ha parlato a lungo del personaggio di Edgar e cosa voglia dire far rivivere in una nuova versione alternativa, l’universo di un film entrato nell’immaginario collettivo. Grandissimo appassionato della filmografia di Burton, Chalamet ha rivelato che .-“Edward mani di forbice è stato un film che ho adorato crescendo e l’opportunità di entrare in quel mondo è stato un sogno che si avvera. Sono un grandissimo fan di Tim Burton, sin da quando ero bambino. I progetti a cui ho avuto la fortuna di prendere parte, sono stati spesso fondati sul realismo e radicati in questo universo. In realtà sono sempre stato affascinato da favole e storie che raggiungono l’essenza di ciò che siamo in modo fantastico.

Allo stesso tempo si è dimostrato entusiasta di poter lavorare con la Ryder e il regista David Shane.-“Lavorare con Winona è stato un sogno diventato realtà. È un’attrice incredibile e continua ad essere un’icona americana. Amo anche il lavoro del regista David Shane nell’ambito delle produzioni pubblicitarie, ed era davvero entusiasta di collaborare a questo progetto“.

Riguardo alla nuova ambientazione moderna dello spot, Chalamet ha aggiunto:.-“Questa è stata una meravigliosa opportunità per rendere, si spera, il materiale originale adatto a un pubblico moderno; senza però sacrificare l’ingegnosità e l’inventiva della versione del 1990. Volevamo creare un personaggio che non vi facesse dubitare della sua ambientazione ai giorni nostri ma che rimanesse, al contempo, un omaggio autentico e totale all’immagine creata da Johnny Depp.

A tal proposito, la preoccupazione maggiore dell’interprete, era quello di creare un look che restasse quanto più fedele possibile all’Edward del film. Riguardo al processo di costruzione del personaggio, ecco cosa ha dichiarato: “Mi sono divertito un sacco a lavorare con la costumista Melissa DesRosiers. L’intenzione era quella di creare un personaggio che potesse sembrare autentico per l’austero espressionismo dell’originale ma che avesse elementi di modernità. Abbiamo usato cavi di ricarica per iPhone malconci per i suoi lacci delle scarpe e flanelle più grungy con tagli di forbice ovunque.

Detto questo, però, abbiamo mantenuto la mezzaluna della fibbia della cintura di Johnny Depp che abbiamo riciclato come una sorta di tracolla che strizza l’occhio al passato. Ci siamo anche attenuti alla regola non scritta dell’originale, per cui la tuta in pelle di Edgar rappresenta anche la sua epidermide vera e propria. Proprio per questo, nonostante sembri già coperto, deve comunque indossare i tradizionali capi di abbigliamento e questo ci ha dato grandi opportunità di immaginare come vestirebbe oggi un giovane Mani di forbice”.

Letture Consigliate