Juventus
Foto: Facebook Juventus

La Juventus delude contro un cinico Torino. Poca qualità e fluidità di manovra: Kulusevski gira nel caos delle scarse idee bianconere

Rimandata ancora una volta la Juventus, che non va oltre il pari nel derby contro il Torino. Risultato favorevole ai granata, che sfruttano le tante disattenzioni bianconere. I bianconeri peccano di poco ritmo a centrocampo e non riescono ad arginare le linee avversarie.

Potrebbe interessarti:

La partita

Pirlo schiera nuovamente la squadra con un maggiori qualità e votata più all’attacco, il Torino risponde con un 3-5-2 compatto. Nel primo quarto d’ora la Juventus preme maggiormente e crea due occasioni da rete nel giro di pochi minuti, grazie ad sempre attivo Chiesa. Morata sotto porta non si mostra freddo e con il mancino si fa respingere il tiro da Sirigu. Palla gol anche per il Torino: Rincon tira a botta sicura e Alex Sandro salva la porta di Szczesny.

Contatto dubbio in area della Juventus, con De Ligt che entra in scivolata per contrastare Belotti e prende sia l’uomo sia il pallone, ma per il direttore di gara non è rigore. Il Var non può intervenire perché non si tratta di chiaro ed evidente errore. Al 13′ Chiesa rompe le linee della difesa granata e con un diagonale gonfia la rete. L’esterno italiano si conferma l’uomo in più della Vecchia Signora.

La Juventus ruota sempre gli uomini tra fase di possesso e non possesso, con Alex Sandro che resta più basso e Cuadrado sul versante opposto più propositivo. Kulusevski sbaglia molto e si trova spesso in uno stato confusionario, quasi come se non sapesse quale posizione ricoprire. Al 27′ il Torino centra il pareggio con Sanabria, bravo a gonfiare la rete su respinta corta di Szczesny su tiro da fuori di Mandragora. Bianconeri sempre a tratti e mai costanti nell’aggredire l’avversario.

Pronti-via e subito errore della Juventus: Kulusevski regala il pallone a Sanabria che con un debole tiro beffa Szczesny sul primo palo, colpevole il portiere polacco. I bianconeri non riescono a ritrovare la quadra e giocano in modo molto disorganizzato. Male ancora una volta il centrocampo, poco fluido e sempre statico. Al 79′ Ronaldo regala alla Juventus un punto girando in porta di testa una girata di Chiellini dagli sviluppi di un calcio di punizione.

Il Torino tiene bene, grazie ad una buona prestazione della difesa e soprattutto di Sirigu, che devia sul palo una conclusione potente di Bentancur. Nel finale i granata sfiorano l’impresa con uno scatenato Sanabria. La Juventus spreca l’ultimo contropiede del match, con Morata che sbaglia un passaggio molto semplice in ripartenza.

Torino Juve 2-2: risultato e tabellino

Reti: 12′ Chiesa, 27′ Sanabria, 46′ Sanabria, 80′ Ronaldo

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Bremer, Buongiorno; Ansaldi, Rincon (65′ Lukic), Mandragora, Vojvoda; Verdi (86′ Baselli), Belotti (71′ Zaza), Sanabria. All. Nicola. A disp. Ujkani, Milinkovic-Savic, Gojak, Rodriguez, Bonazzoli, Murru, Nkoulou, Ferigra, Linetty

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro (86′ Rabiot); Kulusevski (70′ Bernardeschi), Danilo (70′ Ramsey), Bentancur, Chiesa; Ronaldo, Morata. All. Pirlo. A disp. Pinsoglio, Israel, Dragusin, De Marino, Frabotta, Di Pardo, Fagioli, Felix Correia

Arbitro: Fabbri di Ravenna

Ammoniti: 41′ Ansaldi, 59′ Rincon, 68′ Cuadrado, 84′ Sanabria, 91′ Bernardeschi

Letture Consigliate