Truffa S9, il nuovo raggiro della cyber-criminalità



truffa s9

Truffa S9, promesso in regalo: questo il nuovo raggiro che segnala la Polizia Postale. Tramite un sms a nome di Mediaworld tentano la truffa

In questi giorni la Polizia Postale sta segnalando la presenza di nuovi tentativi di frode nei confronti di ignari utenti. Il messaggio arriva a nome della azienda Mediaworld, famosa per la vendita di prodotti tecnologici, che non è all’interno della vicenda. Colpevoli sono invece un gruppo di cyber-criminali, che provano ad arricchirsi alle spalle di altri.

La falsa comunicazione avviene tramite Sms, e in altri casi interrompe improvvisamente la navigazione su internet mostrando un pop-up che con la falsa notizia di un S9 in regalo. L’utenza veniva infatti persuasa di essere stata scelta per ricevere l’opportunità di vincita del prodotto, dopodiché veniva invitata a dare informazioni personali al fine di portare a termine la truffa S9.

Nonostante questa metodologia di furto non sia nuova, in questi giorni si sta diffondendo nuovamente, traendo in inganno l’utenza meno esperta e più giovane che ignara del rischio tenta la fortuna. La Polizia Postale ha quindi ritenuto importante segnalare nuovamente il problema, che ai danni di Mediaworld, tenta di estorcere informazioni a persone ignare di quanto sta capitando.

“ATTENZIONE – In questi giorni potrebbe giungere sul vostro smartphone un falso SMS da parte della catena di negozi Mediaworld. Nel testo del messaggio è presente un link che, se cliccato, rimanda ad un sito clone apparentemente simile a quello ufficiale della predetta azienda. Il messaggio, facendo riferimento alla possibilità di vincere un Samsung S9, invita i destinatari a partecipare ad un sondaggio e ad inserire i propri dati personali e della carta di credito.

Vi consigliamo pertanto di:
• Non “cliccare” sul link proposto;
 Non fornire alcun dato personale o relativo alla propria carta di credito o conto bancario;
• Effettuare la scansione del dispositivo con un antivirus aggiornato.”

Questo il messaggio che si può trovare all’interno del portale della Polizia Postale commissariatodips.it. Cercando quindi di diffondere il messaggio per evitare che altre persone possano cadere nel tranello rischiando di essere truffate.

Leggi anche