Trump
immagine da Pixabay

I soldati ritirati da Trump saranno in parte ricollocati anche in Italia. L’annuncio del Pentagono conferma il piano del tycoon, che comprende la Polonia

Un ritiro che in realtà nasconde una vera e propria beffa soprattutto per l’Italia. Gli Stati Uniti ritireranno dalla Germania e riporteranno a casa 6.400 soldati. Il problema, però, è che, nel complesso dei 12.000 stanziati in Germania, ben 5.400 saranno ricollocati in altri Paesi europei, tra cui l’Italia e il Belgio. Ad annunciarlo è stato direttamente il Pentagono, dando seguito alle intenzioni già espresse dal presidente Donald Trump di ridurre la presenza americana in Germania.

In Italia, dovrebbero essere ricollocati due battaglioni dell’esercito e la squadriglia di caccia F-16. La decisione è basata sul conflitto tra Berlino e Washington, con il presidente USA che accusa la Germania di non spendere abbastanza militarmente. Sul territorio tedesco rimarranno comunque 25 mila soldati. Il comando centrale del battaglione sarà spostato da Stoccarda a Mons, in Belgio, dove già si trova uno dei due quartier generali della NATO. Anche la centrale di comando per l’Africa forse sarà dislocata da Stoccarda in un’altra località, che però ancora non è stata decisa.

L’annuncio è legato alla volontà di aumentare la presenza di truppe statunitensi in Polonia, uno spostamento tanto desiderato da Varsavia e dal presidente polacco Andrzej Duda. Membri del partito repubblicano hanno criticato la mossa di Trump definendola un regalo alla Russia e una minaccia per la sicurezza nazionale americana. Allo stesso tempo, il tycoon si è giustificato così alla stampa: “La Germania non sta pagando la sua giusta quota alla NATO, se ne sta approfittando.

Sarà vero?