Valerio Scanu
Immagine tratta da Youtube

Il padre di Valerio Scanu, Tonino, aveva 64 anni e da un mese e mezzo era ricoverato al Mater Olbia. Oggi il suo cuore ha cessato di battere

Da quasi un mese e mezzo era ricoverato al Mater Olbia in Sardegna, e purtroppo nonostante le cure non ce l’ha fatta Tonino Scanu, il padre del cantante Valerio Scanu. A dare la notizia è stato il quotidiano “La Nuova Sardegna” che ha annunciato il decesso dell’uomo a causa del Covid.

Potrebbe interessarti:

Mio padre è in terapia semi-intensiva, con il casco che lo aiuta a respirare” aveva raccontato il cantante sui suoi profili social condividendo il dolore che lui e la sua famiglia stava vivendo. “Da quando mio padre è stato trasferito in un’altra struttura ho difficoltà ad avere sue notizie. Ma sono fiducioso e penso che tutto possa evolvere in bene”. aveva raccontato il cantante.

Il 10 dicembre Valerio Scanu, ospite di “Storie italiane” con le lacrime agli occhi ha dichiarato che il padre da 11 giorni era stato intubato: “Le sue situazioni migliorano e peggiorano da un momento all’altro. Una dottoressa mi ha raccontato che prima di portarlo in terapia intensiva parlava, parlava – aveva ricordato Valerio – Lui è molto altruista. I suoi polmoni ora sono compromessi. Ieri hanno provato a fare una manovra per svezzarlo dal ventilatore e la manovra non è andata come previsto. Gli hanno fatto una tracheotomia” aveva raccontato in diretta ad Eleonora Daniele.

La comunità sarda ha fatto il tifo per Tonino Scanu, storico dipendente comunale anima di molti eventi benefici, ma purtroppo oggi il suo cuore ha smesso di battere.

Letture Consigliate