Vaccino astrazeneca

Il vaccino contro il Covid di AstraZeneca stando a quanto riferiscono i medi internazionali cambia nome e ora si chiamerà Vaxzevria

Vaxzevria è il nuovo nome commerciale del vaccino AstraZeneca. Lo riferiscono i media stranieri sulla base dei dati dell’Agenzia europea per i medicinali. Il cambio di nome in Vaxzevria è stato approvato proprio dall’Ema il 25 marzo, a seguito di una richiesta dell’azienda farmaceutica britannico-svedese. In precedenza era semplicemente chiamato “Vaccino COVID-19 AstraZeneca”.

Potrebbe interessarti:

Il vaccino rimane invariato, ma le informazioni sul prodotto, l’etichettatura e la confezione potrebbero presentare un aspetto diverso. Sul sito dell’Ema è disponibile anche il nuovo bugiardino aggiornato con i possibili e rari casi di eventi avversi tromboembolici.

Gli effetti indesiderati aggiornati sul nuovo bugiardino

Nel nuovo foglio illustrativo del vaccino ora chiamato Vaxzevria, vi è una nuova indicazione per quel che concerne gli effetti collaterali. In particolare: “Gli operatori sanitari devono prestare attenzione ai segni e ai sintomi di tromboembolia e/o trombocitopenia. I soggetti vaccinati devono essere istruiti a consultare immediatamente un medico se sviluppano sintomi quali respiro affannoso, dolore toracico, gonfiore alle gambe, dolore addominale persistente dopo la vaccinazione. Inoltre, chiunque manifesti sintomi neurologici tra cui cefalea severa o persistente o visione offuscata dopo la vaccinazione oppure ecchimosi (petecchie) in una sede diversa da quella della vaccinazione dopo alcuni giorni, deve consultare immediatamente un medico.”

Letture Consigliate