Venezuela, Mattarella vuole una linea condivisa con l’UE



L’intervento di Sergio Mattarella sul Venezuela arriva dopo il riconoscimento di Guaidò. E in Italia, nel frattempo, si riaccende lo scontro

Ancora una volta, interviene lui a salvare quello che poteva essere l’ennesimo parapiglia in casa italiana. Sergio Mattarella riesce nuovamente a farsi garante della “pace” del Paese anche su una situazione delicata come quella del Venezuela. Il presidente vuole una linea condivisa con quella dell’UE.

Serve chiarezza su una linea condivisa con tutti i nostri alleati e i nostri partner nell’UE. Non ci può essere incertezza né esitazione. La scelta è tra la volontà popolare e la richiesta di autentica democrazia da un lato e dall’altro la violenza della forza.” dichiara Mattarella.

Insomma, la posizione è netta e chiara, ed è contro Maduro.
Alessandro Di Battista, però, interviene a favore del dittatore: “Ci vuole coraggio a mantenere una posizione neutrale in questo momento, lo so. L’Italia non è abituata a farlo. Ci siamo sempre accodati in modo vile agli esportatori di democraziaL’Europa dovrebbe smetterla una volta per tutte di obbedire agli ordini statunitensi. Il mondo va avanti. Suggerisco coraggio e lungimiranza e soprattutto una difesa sostanziale dell’art.11 della Costituzione.

Leggi anche