Verona, altro striscione polemico contro Salvini

verona
foto da Google Maps

Verona, esposto striscione contro Salvini:”Prima gli esseri umani e poi i 49 milioni”. La protesta è probabilmente opera di Cobas e gruppi ‘no-tav’

Dopo l’episodio di ieri a Brembate, oggi altro striscione di protesta contro il Ministro degli Interni Matteo Salvini, questa volta a Verona. Il leader della Lega è atteso in città per l’inaugurazione della sede della Cassa Depositi e Prestiti.

Lo striscione è stato esposto già dalle prime ore del mattino dall’ultimo piano di un palazzo a pochi metri da Giardini Giusti, dove il premier era atteso. Sullo striscione presente la scritte “Prima gli esseri umani…e poi i 49 milioni.

La scritta è probabilmente opera dei Cobas e di esponenti ‘no-tav’ in quanto erano presenti bandiere di questi gruppi proprio vicino allo striscione. Il riferimento è chiaramente rivolto alle politiche del vicepremier in ambito di immigrazione e di accoglienza e alla vicenda dei 49 milioni di euro che la Lega deve restituire allo Stato.

Sono previste polemiche anche oggi dopo le parole dello stesso Salvini e del sindaco di Bergamo Gori dopo lo striscione anti-Salvini esposto ieri a Brembate e rimosso dai Vigili del Fuoco. Continua quindi tra mille polemiche la campagna elettorale della Lega in ottica Elezioni Europee. Dai selfie rimossi di Salerno agli striscioni di questi due giorni, la figura di Matteo Salvini resta una delle più controverse del panorama politico italiano.