Vittorio Brumotti di “Striscia” nuovamente aggredito

Vittorio Brumotti

L’inviato di Striscia Vittorio Brumotti si trovava a Caivano quando è stato aggredito da un gruppo di otto persone. Solo l’intervento delle forze dell’ordine ha evitato il peggio

Vittorio Brumotti, inviato del programma di Canale 5 “Striscia la Notizia”, è stato nuovamente aggredito.

Aggressione ai danni di Vittorio Brumotti a Caivano: la dinamica

Secondo fonti vicine al tg satirico creato da Antonio Ricci, nel primo pomeriggio di ieri, verso le 15, Vittorio e la sua troupe si trovavano presso il Parco Verde di Caivano (Napoli) per documentare l’attività della nuova piazza di spaccio nata in seno alla città della provincia partenopea. Diverse fonti concordano nel descrivere un Brumotti assolutamente impossibilitato a svolgere il suo lavoro: l’inviato non avrebbe fatto neppure in tempo a scendere dall’auto blindata che subito sarebbe stato circondato da un gruppo di 8 persone incappucciate che hanno intimato alla troupe di aprire le portiere dell’auto minacciando di morte Brumotti ed i suoi.

Vittorio Brumotti aggredito: Le forze dell’ordine non sono riuscite ad individuare nessuno degli aggressori, tra i quali figurerebbe anche un bambino

La redazione del programma condotto da Gerry Scotti e Michelle Hunziker fa sapere che “solo l’intervento delle Forze dell’Ordine ha evitato il peggio”. I poliziotti, pur essendo riusciti a mettere in fuga i balordi, non hanno ancora identificato chi facesse effettivamente parte di quell’orda: è quasi certo, però, che tra gli aggressori ci fosse anche un bambino.

A questo proposito in un video pubblicato sul sito del programma Brumotti ha affermato, megafono alla mano: “Voi fate quello che volete ma almeno i giovani lasciateli stare. Che futuro hanno i giovani?”