6 Novembre 2017 - 17:01

Vivere all’estero: una esperienza che può cambiare la vostra vita

vivere

Vivere all’estero? Una soluzione che tantissimi italiani, oggi, prendono in considerazione. Il fenomeno degli expat, infatti, sta conoscendo una nuova epoca d’oro

A cadenza trentennale, è una circostanza che si ripete sempre. Ma i motivi alla base di questa decisione, non sono sempre legati alla crisi economica e alla mancanza del lavoro. Chi giudica negativamente i “fuggitivi”, dimentica che vivere all’estero è anche e soprattutto un’esperienza formativa. Un’esperienza che può arrivare a cambiare per sempre la vita di un individuo. Niente più della vita fuori confine, infatti, insegna ad aprire la mente e ad innamorarsi di culture belle quanto la nostra. Il globo non è circoscritto all’Italia, così come non lo sono la cultura o la vita sociale: in una società oramai globalizzata, diventare cittadini del mondo è un’occasione irripetibile per sentirsi vivi nel corpo e nello spirito.

Andare a vivere all’estero: tutti i motivi per farlo

Le teorie semiotiche sostengono che la lingua di un popolo, determina anche la sua visione del mondo. E quale modo migliore per imparare ad apprezzarlo, se non imparando le lingue straniere? Non solo l’inglese: anche idiomi come il francese, lo spagnolo e il tedesco sono per motivi diversi molto affascinanti da scoprire. E poi servono anche in campo lavorativo. E a proposito di lavoro, ecco il secondo motivo per andare a vivere oltre confine: all’estero, la meritocrazia offre opportunità superiori rispetto all’Italia. Inoltre, uno dei motivi principali riguarda voi stessi: scrollarvi di dosso le vostre routine, mettendovi alla prova e vivendo un’esperienza completamente diversa. Questo vuol dire uscire dalla propria zona di comfort: per scoprire chi siete veramente e cosa desiderate dalla vita. Ma i motivi potrebbero continuare in eterno: vivere all’estero, ad esempio, significa liberarsi dai pregiudizi ed imparare a conoscere anche le altre culture.

Come andare a vivere all’estero: consigli utili

Come trasferirvi all’estero? Innanzitutto il primo passo: il trasloco. Per farlo in modo  intelligente e organizzato è sempre meglio rivolgervi alle agenzie specializzate in trasporti internazionali, come Blissmoving. Questo per evitare ansia, stress e difficoltà relative anche alle pratiche burocratiche, che possono essere a volte molto noiose. E la casa? Meglio fare dei sopralluoghi sul posto: dunque potreste scegliere delle soluzioni temporanee per i primi giorni. Un altro consiglio davvero prezioso? Evitare di partire senza conoscere almeno i fondamenti della lingua: anche un corso base fatto in Italia, può aiutarvi ad acquistare maggiore confidenza e in meno tempo. Tutti questi fattori sono determinanti, ma se avete degli amici lì, è sempre il caso di chiedergli ulteriori consigli.