WhatsApp a pagamento? Questa volta non è una bufala

Prima PaginaWhatsApp a pagamento? Questa volta non è una bufala

Ribattezzata come guerra alle chat gratuite, anche WhatsApp potrebbe diventare a pagamento

[ads1]

WhatsApp a pagamento? L’ipotesi potrebbe essere reale. Infatti, il pagamento potrebbe avvenire tramite prelievo diretto dal credito telefonico.

La proposta, proveniente direttamente dal Garante delle Comunicazioni (Agcom), prevederebbe un pagamento di un pedaggio per l’uso delle reti, rifacendosi così sul credito telefonico dei clienti.

Per il Garante, le applicazioni dovranno pagare un corrispettivo per l’uso dei beni altrui, ossia una sorta di “pedaggio” per il fatto stesso di passare sulle reti internet.

In realtà – fa notare studiocataldi.it– quella che è stata già ribattezzata come “guerra alle chat gratuite” riguarda tutte le app, e, quindi, non solo WhatsApp ma anche Telegram, Messenger, Viber e tutti i servizi di messaggistica istantanea gratuiti. [ads2]

Redazione ZONhttps://zon.it
I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

Covid-19

Italia
66,257
Totale di casi attivi
Updated on 26 July 2021 - 14:56 14:56