23 Novembre 2017 - 19:27

X-Factor: ecco l’inedito di Enrico Nigiotti

X-Factor

Si intitola “L’amore è” l’inedito che verrà presentato ad X-Factor dal livornese Enrico Nigiotti. Ecco il testo e l’analisi del brano [noads]

Scopri i testi di tutti gli altri inediti di XFACTOR

[ads]A poche ore dal quinto live di X-Factor ecco il brano scritto dal livornese Enrico Nigiotti ed intitolato“L’Amore è”.

Il suo percorso fino ad ora nella categoria di Mara Maionchi è stato intenso, soprattutto a causa delle molteplici critiche sui pezzi assegnatigli nel corso delle varie puntate.

Proprio grazie a questo percorso, però, ha potuto perfezionare l’arrangiamento e la sonorità  di questo brano ricco di emotività, che aveva presentato già alle Audizioni.[ads]

Enrico Nigiotti, testo “L’amore è” 

Non importa come lo so,
ma mi fa ridere quando mi guardi
mentre parli a raffica e ti scende la neve dagli occhi

forse un giorno ce ne andremo lì,
sopra a quell’isola da tanti soldi
bevendo vino e birra e non importa quanto ingrassi

l’amore è tutto quello che ci pare
l’amore è avere armi senza fare male
l’amore è così stupido ma vallo poi a capire
l’amore è solo carte da scoprire

e anche quando sarà chiaro che non c’è più niente
tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre
anche quando avremmo troppo cose da cambiare
tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre

non importa come sarà,
ma il sesso resta sempre un posto fisso
per chiuderci nell’ombra del più comodo nascondiglio

non mi chiedere mai perchè…
invece chiedimi, chiedimi tutto
proteggimi dall’alba di un futuro che non conosco
l’amore è tutto quello che ci viene
l’amore è scarpe vecchie che non vuoi buttare
l’amore è così stupido, ma vallo poi a capire
l’amore è solo carte da scoprire

e anche quando sarà chiaro che non c’è più niente
tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre
anche quando avremmo troppo cose sa cambiare
tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre

quando me ne starò fermo mentre hai voglia di ballare
quando tutto cambia senso e non ha senso più aspettare
anche quando sarà chiaro che non c’è più niente
tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre

perchè parlo di te da gennaio a dicembre

ecco parlo di te… ah ah
ecco parlo di te
sì, io parlo di te

e anche quando sarà chiaro che non c’è più niente
tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre
e anche quando avremmo troppo cose sa cambiare
tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre

quando me ne starò fermo mentre hai voglia di ballare

quando tutto cambia senso e non ha senso più aspettare
e anche quando sarà chiaro che non c’è più niente
tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre
tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre
tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre

[ads]Analisi

Il brano scritto da Nigiotti nel 2017 è una dedica d’amore, un amore maturo, profondo ormai lontano dall’euforia dei primi tempi.

Il ragazzo ormai fidanzato da tempo presenta così una sorta di autoritratto di se stesso: della sua vita e della sua carriera, ormai giunti alla maturità tanto desiderata.[ads]

“… proteggimi dall’alba di un futuro che non conosco..”

Con questa frase traspare tutta la sicurezza di Nigiotti in questo amore che lo ha accompagnato fino ad ora, tenendolo lontano dagli errori e vicino ai giusti valori. Perciò giunto a questo punto del suo percorso, quando tutto diventa sempre più ignoto, spera di poter condividere ancora tanto tempo con la persona che lo sta tenendo per mano.[ads]

Emblematico è soprattutto il ritornello in cui c’è un susseguirsi di “credimi credimi credimi” che rappresentano una richiesta di fiducia e la voglia di avere sempre a fianco quell’amore, nonostante le difficoltà che nella vita si possono incontrare e i cambiamenti che essa può causare.

L’Amore infatti, come dice nella stessa canzone Nigiotti, “è tutto quello che gli viene”, “è solo carte da scoprire” e in questo caso, insieme. [ads]