Zuckerberg promette di “mettere a posto” Facebook nell’anno corrente



Mark Zuckerberg ha promesso di rivedere alcuni aspetti fondamentali del Social Network da lui creato nel 2004: Facebook

Come ogni anno, dal 2009 ad oggi, Zuckerberg ha pubblicato un post con i propositi per l’anno a venire. Tra i tanti ricordiamo la promessa di visitare tutti gli stati americani, di imparare il mandarino o di sviluppare un’intelligenza artificiale domestica; tutte attività lontane dal suo lavoro. Quest’anno però Mark ha fatto sapere che la “promessa” avrà a che fare con il suo social network. L’imprenditore statunitense ha infatti dichiarato che si occuperà sistemare i problemi più importanti che affliggono Facebook.

Il 2017 è stato un anno complicato per Facebook, perché si sono palesati crimini ripresi in diretta o sviluppate campagne di politica e di propaganda. Tutte queste azioni criminali avrebbero spinto i dirigenti ad attuare una sorta di  “New Deal” per sistemare le cose. Le sistemazioni, o aggiustamenti (i famosi “Fix“), riguarderanno diversi ambiti; dalla storia alla politica, dal civismo alla tecnologia.

Queste le parole di Zuckerberk: Il mondo si sente in ansia e diviso, e Facebook ha un sacco di lavoro da fare – sia per proteggere la nostra community dall’abuso e dall’odio, che per difenderla dall’interferenza delle nazioni, o per assicurarsi che il tempo trascorso sul servizio sia ben speso. Non eviteremo tutti questi errori o questi abusi, ma attualmente facciamo troppi erroriNegli anni ’90 e ’00 la gente credeva che la tecnologia fosse una forza decentralizzante. Ma oggi molte persone hanno perso la fede in quella promessa. Con la nascita di un piccolo numero di grandi compagnie tecnologiche, e con i governi che usano la tecnologia per controllare i propri cittadini, molte persone credono adesso che la tecnologia centralizzi il potere, invece che decentralizzarlo”.

Leggi anche