apple, kia
screen dal sito ufficiale apple.com

Apple rilascia iOS 14.4 e iPadOS 14.4: ecco perché scaricarlo e cosa cambia con questo nuovo aggiornamento

Disponibile a partire da oggi iOS 14.4: l’aggiornamento per iPhone e iPad che prevede diverse novità e funzioni aggiuntive, oltre ad alcune migliorie strutturali. Cerchiamo di capire cosa cambia e perché conviene installarlo subito. A differenza del precedente aggiornamento, iOS 14.3, che aveva portato in dote nuovi Emoji, stavolta Apple si è concentrata sul fronte della sicurezza.

Cosa cambia

iOS 14.4 include i seguenti miglioramenti per iPhone:

  1. Possibilità di riconoscere codici QR più piccoli in Fotocamera;
  2. Opzione per classificare il tipo di dispositivo Bluetooth in Impostazioni per una corretta identificazione delle cuffie per le notifiche audio;
  3. Notifiche nel caso in cui la fotocamera di iPhone non possa essere verificata come componente Apple nuovo e autentico su iPhone 12, iPhone 12 mini, iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max.

Quali problemi risolve

  1. Nelle foto in HDR su iPhone 12 Pro potevano apparire degli artefatti.
  2. Il widget Fitness poteva mostrare i dati di Attività non aggiornati.
  3. La digitazione poteva subire ritardi o i suggerimenti potevano non essere mostrati nella tastiera.
  4. La tastiera in Messaggi poteva essere mostrata in una lingua errata.
  5. L’abilitazione di “Controllo interruttori” in Accessibilità poteva impedire di rispondere alle telefonate dal blocco schermo.

Perché è importante

Oltre ad aggiungere le funzionalità sopracitate, corregge anche tre vulnerabilità critiche che potrebbero essere sfruttate dai malviventi. Nel changelog Apple non si fa esplicito riferimento alle falle di sicurezza, e ci si limita ad affermare che “potrebbero essere state sfruttate“. Una di questa riguarda il kernel e potrebbe consentire all’hacker di aumentare il proprio livello ed ottenere i privilegi di amministratore per causare gravi danni ai dispositivi o rubare i dati. Le altre due riguardano il motore di rendering WebKit di Apple su cui si basa Safari e permettono agli aggressori di eseguire codice malevolo per intrufolarsi tra i dati memorizzati sul dispositivo. In parole povere: qualcuno ha trovato il modo di forzare le falle precedenti, e l’unico modo di essere davvero al sicuro è aggiornando il sistema operativo.