Assistenti civici: in arrivo le nuove figure per vigilare sulla movida



fase 3
immagine da pixabay

Tra le nuove figure nate dall’emergenza Covid-19, spicca quella degli Assistenti civici. In arrivo in settimana un bando per reclutare 60.000 unità atte al controllo del territorio e in particolare della movida Ecco chi sono

Assistenti civici, chi sono e come li riconosceremo. Questa è la domanda che si sono posti milioni di italiani perché incuriositi dalle nuove figure di controllo pensate dal governo. Questa settimana infatti, dovrebbe arrivare un bando per reclutare 60.000 assistenti civici.

Si tratta di volontari coordinati dalla Protezione Civile che aiuteranno le autorità locali a gestire la Fase 2 dell’emergenza Covid-19. Quali sono nello specifico compiti e mansioni di queste nuove figure? Tra le altre cose, per esempio, questi controllori del territorio, informeranno le persone delle regole da rispettare per evitare una maggiore diffusione del Coronavirus. Qualora lo riterranno necessario, spetterà loro poi informare le autorità competenti in situazioni di “pericolo”.

Mentre il progetto dell’applicazione “Immuni” continua ad essere in ritardo in termini di sviluppo e di lancio, quello degli assistenti civici potrebbe rappresentare un intervento concreto nella lotta al rispetto delle regole. Si tratta di un’iniziativa che cade a pennello a seguito delle innumerevoli immagini di movida degli ultimi giorni.

In attesa del bando, l’attenzione resta puntata sull’attività di tracciamento dei contatti delle persone positive al coronavirus che secondo gli esperti è tra le più importanti per tenere sotto controllo l’epidemia.

Leggi anche