Australia topi
Pixabay

L’alta velocità di riproduzione dei roditori mette l’Australia in ginocchio. Il proliferare richiama dal letargo il loro predatore naturale

Un esercito di topi invade l’Australia. La minaccia, dopo aver già colonizzato il Nuovo Galles del Sud, ora avanza nel Queensland meridionale e nello stato di Vittoria. Le prime stime per i danni parlano già di perdite per milioni di dollari.

Potrebbe interessarti:

I topi stanno mettendo in ginocchio un paese già devastato da incendi e siccità senza precedenti. A soffrire della piaga sono soprattutto i luoghi maggiormente colpiti dalla siccità degli ultimi tempi. Quando c’è abbondanza di acqua i topi sono in grado di sopravvivere anche in condizioni di vita disastrose. Il loro ciclo riproduttivo avanza ad una rapidità spaventosa: i topi danni alla luce una cucciolata da cinque o sei membri ogni 19-20 giorni e dopo il parto le femmine possono immediatamente rimanere incinte nuovamente.

A seguito dell’improvviso numero di richieste, in molte località le scorte di trappole e veleni sono già esaurite e i residenti si stanno ingegnando alla bene e meglio con ciò che possiedono. Oltre a questo problema, in Australia si aggiunge anche la minaccia dei serpenti. I predatori naturali, attirati dal proliferare dei topi, si stanno svegliando dal letargo e si stanno dirigendo nelle località più popolate.

Letture Consigliate