auto elettriche batterie
Immagine da Pixabay

Progressi nel campo delle auto elettriche. Sono state prodotte le prime batterie con tempi di ricarica di cinque minuti. Il rifornimento potrebbe diventare veloce come quello per i veicoli a benzina o diesel

Un passo significativo è stato fatto nel campo delle auto elettriche. Per la prima volta sono state prodotte batterie in grado di caricarsi completamente in cinque minuti. In questo modo, il rifornimento per questo tipo di veicoli, non sarà molto diverso da quello per i mezzi a benzina o diesel. Restare senza carica è la prima preoccupazione per i conducenti di questo tipo di vetture. Perciò, questa nuova produzione potrebbe rappresentare un gran vantaggio per i detentori dei veicoli elettrici.

Potrebbe interessarti:

Le nuove batterie agli ioni di litio sono state sviluppate dalla società israeliana StoreDot e prodotte da Eve Energy in Cina. Daimler, BP, Samsung e TDK hanno tutti investito in StoreDot, che ha raccolto fino ad oggi $ 130 milioni ed è stata nominata Bloomberg New Energy Finance Pioneer nel 2020. Le batterie possono essere caricate completamente in cinque minuti, ma ciò richiederebbe caricabatterie molto più potenti di quelli attualmente utilizzati. Con l’infrastruttura di ricarica disponibile, StoreDot mira a fornire 100 miglia di carica a una batteria per auto in cinque minuti nel 2025.

Le batterie esistenti agli ioni di litio utilizzano la grafite come un elettrodo, nel quale vengono spinti gli ioni di litio per immagazzinare la carica. Ma quando questi vengono caricati rapidamente, gli ioni si congestionano e possono trasformarsi in metallo e cortocircuitare la batteria. La batteria StoreDot sostituisce la grafite con nanoparticelle semiconduttrici in cui gli ioni possono passare più rapidamente e facilmente. Queste nanoparticelle sono attualmente basate sul germanio, che è solubile in acqua e più facile da maneggiare nella produzione. Ma il piano di StoreDot è quello di utilizzare il silicio, che è molto più economico, e prevede questi prototipi entro la fine dell’anno.
Il costo sarebbe lo stesso delle batterie agli ioni di litio esistenti.

Dozzine di aziende in tutto il mondo stanno sviluppando batterie a ricarica rapida, con Tesla, Enevate e Sila Nanotechnologies che lavorano tutte su elettrodi di silicio. Altri stanno esaminando diversi composti, come Echion che utilizza nanoparticelle di ossido di niobio.

Letture Consigliate