trump biden usa
immagine da pixabay

Secondo Joe Biden, Trump non dovrebbe più ricevere le informazioni segrete dell’intelligence. Sarebbe un caso senza precedenti

Dichiarazioni importanti quelle rilasciate dal presidente degli Stati Uniti relativamente al suo ultimo avversario politico Donald Trump. Secondo Joe Biden, l’ex presidente non dovrebbe più ricevere informazioni segrete da parte dell’intelligence. La notizia ha destato particolare clamore poiché rappresenterebbe un caso senza precedenti, dal momento che si tratta di una prassi che è stata sempre rispettata fino ad oggi. Per spiegare la propria posizione, il capo di Stato ha fatto riferimento all’insurrezione verificatasi a Capitol Hill il 6 gennaio ed in particolare al comportamento inopportuno dell’allora capo del Governo.

Potrebbe interessarti:

Le dichiarazioni sono state rilasciate nel corso di un’intervista al “CBS Evening News“. Nel momento in cui la conduttrice Norah O’ Donnell gli ha chiesto se pensasse che Trump avrebbe dovuto ricevere un briefing dell’intelligence, Biden ha risposto “Non credo“, spiegando che secondo lui non sarebbe di alcuna utilità o impatto. Gli ex presidenti sono tradizionalmente autorizzati a richiedere e ricevere informazioni riservate, anche per poter fornire preziosi consigli al presidente appena entrato in carica. Sembra però che Trump non abbia ancora presentato alcuna richiesta. D’altra parte, sembra che anche quando fosse in carica non fosse solito leggere completamente o regolarmente il President’s Daily Brief, il sommario altamente riservato dei segreti della nazione, facendosi aggiornare oralmente due o tre volte alla settimana dai suoi funzionari dell’intelligence. Inoltre, secondo un veterano dell’intelligence da oltre 30 anni, nel 2019 una delle reazioni più comuni di Trump ai briefing era dubitare di ciò che gli veniva detto.

Il processo

Nel corso dell’intervista, Joe Biden ha preferito non esporsi sul processo per impeachment di Donald Trump, rifiutandosi di dire se voterebbe per condannarlo o meno: “Ho visto quello che hanno visto tutti gli altri – ha affermato – , cosa è successo quando quelle persone hanno invaso il Congresso degli Stati Uniti. Ma adesso non sono al Senato. Lascerò che il Senato prenda questa decisione.”

Relativamente all’insurrezione, Biden si era già espresso definendo Trump “Uno dei presidenti più incompetenti nella storia degli Stati Uniti d’America“. Secondo l’attuale capo di Stato, i precedenti che lo riguardano lo rendono pericoloso per via dell’influenza negativa che riesce ad avere sulle masse, il che spiega perché sarebbe inadatto a conoscere i segreti dell’intelligence.

Letture Consigliate