black friday amazon
immagine da Pixabay

Il Black Friday 2020 dà l’avvio alle compere pre-Natalizie ma quest’anno, causa pandemia, le resse si spostano online: orientiamoci tra le offerte

Introdotto in Italia nel 2011 grazie ad un evento Apple, si rinnova anche quest’anno a livello mondiale l’appuntamento con il Black Friday, ovvero quel venerdì nero (di solito schedulato dopo il Giorno del Ringraziamento) caratterizzato, in tutti i negozi fisici e online, da sconti e offerte imperdibili che di solito danno un bell’avvio agli acquisti in vista del Natale.

Potrebbe interessarti:

Quest’anno, a causa della pandemia, la possibilità di fare acquisti nei negozi fisici è stata per forza di cose ampiamente rimodulata, ma per fortuna ci sono gli e-commerce: colossi del settore come Apple e Amazon, ma anche catene di prodotti di elettronica all’ingrosso come Unieuro e Mediaworld, hanno approntato per i loro clienti sconti e occasioni d’acquisto accessibili direttamente online.

Come funziona

Vediamo per esempio come funziona il Black Friday su Amazon; il colosso dell’e-commerce mette in campo tre tipi di offerte: offerte a tempo (vicino al prodotto desiderato vedrete quindi un timer che vi mostra per quanto tempo esso sarà ancora disponibile), offerte del giorno (che durano, di solito, fino alle 24.00) e offerte in vetrina (che vanno avanti per tutta la durata del Venerdì Nero e comunque fino ad esaurimento scorte).

Ma la politica di “sconti pazzi” su Amazon solitamente non si riduce ad un solo giorno: il Black Friday, può essere infatti parte di una Black Week (Settimana Nera) che fa partire le offerte addirittura il lunedì precedente. L’E-Commerce poi, ha un giorno nero tutto per se, l’Amazon Prime Day, oltre a partecipare al cosiddetto Cyber-Monday, dedicato esplicitamente agli sconti su prodotti di elettronica, che quest’anno cade il 30 Novembre.

Curiosità e consigli

Da dove viene, in definitiva, il nome Black Friday? Alcuni lo riferiscono all’inchiostro nero con cui i commercianti- siamo nell’America degli Anni ’60- compilavano il bilancio in attivo del loro negozio, altri lo fanno risalire alle enormi resse che si creano davanti ai negozi in attesa degli sconti: una massa di gente indistinguibile, nera per l’appunto.

A causa della pandemia, come detto, quest’anno le resse si spostano per la maggior parte online: navigare agevolmente sui siti di e-commerce, per la presenza contemporanea di più persone sul server, potrebbe essere difficile. E’ consigliabile dunque, aprire con netto anticipo il sito da dove si vuole acquistare e preparare per tempo il carrello, in modo che poi resti un solo passaggio da effettuare, senza rischiare di trovare indisponibile il prodotto desiderato: acquistare.

Il tutto cercando di confrontare i prezzi che su uno stesso prodotto offrono i vari siti, così da non incappare in abbagli dettati dalla fretta o, peggio, in truffe.

Letture Consigliate