bolzano

Cadavere rinvenuto nell’Adige, a Bolzano. Si tratta probabilmente di Laura Perselli, bolzanina scomparsa il 4 gennaio. Proseguono le ricerche del marito

Dopo giorni di estenuanti ricerche, finalmente una svolta nelle indagini. Il corpo di Laura Perselli, bolzanina scomparsa il 4 gennaio, è stato rinvenuto nell’Adige e ripescato dagli abitanti di San Floriano e Laghetti. Le forze dell’ordine sul luogo hanno ormai delimitato la zona e impedito qualsiasi spostamento in entrata e in uscita. Le ricerche si sono intensificate. La speranza è quella di riuscire a ritrovare anche il corpo del marito di Laura, Peter Neumair, scomparso anch’egli, come la moglie, il 4 gennaio.

Potrebbe interessarti:

Il fattore determinante ai fini del ritrovamento del corpo di Laura è stato senza dubbio l’abbassamento dell’Adige. Il merito dell’abbassamento del fiume si deve alla società idroelettrica altoatesina Alperia, che, vista la programmazione della produzione degli impianti in seguito a delle manutenzioni programmate, ha ridotto il deflusso delle dighe di Glorenza, Naturno, Tel e Marlengo, Lana e Brunico, abbassando i livelli del fiume Adige per una trentina di centimetri.

A seguito del ritrovamento è sempre più in bilico la posizione del figlio trentenne dei due coniugi, Benno, da una settimana rinchiuso nel carcere di Bolzano. Il giovane, professatosi da sempre estraneo ai fatti, è il principale indiziato per l’omicidio dei genitori. Queste le parole del legale di Benno: “Benno non si capacita di come non sia stato possibile trovare i suoi genitori. Benno ha anche collaborato con i Carabinieri sin dal primo momento”.

Letture Consigliate