Catacombe di Pietro e Marcellino, ultimato il restauro



catacombe

È stato ultimato il lungo restauro della straordinaria pinacoteca sotterranea nel complesso delle catacombe dei Santi Pietro e Marcellino

Nel ventre delle catacombe dedicate ai Santi Marcellino e Pietro, si celava, fino a pochi giorni fa, un incredibile tesoro archeologico d’età tardoantica.

catacombe
Matrona dal capo velato

Le catacombe dei due santi, insieme ad una basilica interrata e al Mausoleo di Elena voluto da Costantino, costituiscono un prezioso complesso denominato Ad duas lauros (“ai due allori”) probabilmente grazie alla presenza in situ di due alberi di alloro.

Tali alberi non costituiscono solo una denominazione, ma una vera e propria simbologia del luogo.

Ne è la prova, infatti, l’ultimo tesoro delle catacombe disvelato durante il restauro pochi giorni fa: una matrona con il capo coperto da un velo, le braccia aperte e circondata dai due alberi che simboleggiano la vita eterna.

Tale affresco, riportato alla luce sulla parete di una tipica Domus Aeterna destinata ad ospitare i loculi della famiglia aristocratica, costituisce l’ultimo tassello di un complesso restauro avviato da oltre un anno.

Iniziato nell’aprile del 2014, il restauro delle catacombe finanziato dalla Repubblica dell’Azerbaigian, è stato raccontato dal sovrintendente archeologico, Fabrizio Bisconti.

Un intervento complesso “perché il cubicolocome ha spiegato Biscontiera stato semidistrutto da una frana. Siamo partiti, quindi, con i consolidamenti statici e con la ricostruzione di parte della volta, che si era sgretolata”

In seguito poi all’esecuzione del lavoro più delicato, ovvero la rimozione della coltre nera di calcare dai dipinti, i restauratori si sono trovati di fronte un incredibile quanto unico esempio d’arte tardoantica.

“La matrona ritratta nel riquadro a fianco dell’ingresso spiegato sempre Biscontidoveva essere la prima defunta di una famiglia aristocratica che scelse di farsi seppellire qui. Non si può escludere anzi, vista la sua acconciatura costantiniana, che facesse parte dell’entourage dell’imperatore”.

Leggi anche