Juventus
Foto: Facebook Juventus

Anche se l’acquisto dalla Fiorentina era scontato, Chiesa raggiungendo questo obiettivo renderebbe automatico il riscatto della Juve

In un momento decisamente negativo per la Juventus, un giocatore sembra essere diventato un nuovo punto fermo. Federico Chiesa infatti è colui che sta trascinando con gol e assist i bianconeri. Dall’arrivo negli ultimi giorni di mercato, alla difficile ambientazione in una squadra in forte cambiamento, l’esterno ex viola è riuscito a recepire al meglio le direttve di mister Pirlo trovando continuità.

Potrebbe interessarti:

Ora però, la sue prestazioni potrebbero anche determinare il suo passaggio effettivo in bianconero. Il 23enne azzurro è arrivato con la formula di due anni di prestito, a due milioni il primo e otto milioni il secondo, con diritto di riscatto a 40 milioni più 10 di bonus facilmente raggiungibili. Riscatto che diventa obbligo al verificarsi di una sola di queste tre condizioni: che la Juve finisca la stagione in uno dei primi quattro posti in classifica, che Chiesa giochi almeno mezz’ora in almeno il 60% delle partite e che raggiunga nei due anni un totale di 10 gol e 10 assist. 

Quest’ultima condizione è quella più raggiungibile nel breve termine e visto il gran momento di forma potrebbe già verificarsi nelle prossime settimane. Con la doppietta al Porto, Chiesa ha raggiunto quota 12 gol stagionali e resta da raggiungere quella dei 10 assist, ora è a quota 7. Tuttavia resta il fatto che il suo riscatto non è discussione a prescindere dal raggiungimento nero su bianco delle condizioni.

Letture Consigliate