Roma, El Shaarawy
Foto: YT Serie A

Niente più stipendi folli in Cina. Il governo ha ordinato alla Federazione Calcistica di abbassare i costi. Pellè ed El Shaarawy pronti a tornare in Italia

Stop ai super stipendi per i calciatori in Cina. Il governo ha dato ordine alla Federazione Calcistica di abbassare i costi e quindi di abbattere gli stipendi. Da oggi un calciatore potrà guadagnare massimo 3 milioni lordi a stagione. Un vero e proprio ridimensionamento paragonato agli anni scorsi, quando molti calciatori arrivavano a guadagnare fino a 20 milioni a stagione.

Potrebbe interessarti:

Le squadre potranno offrire ai propri giocatori contratti da 1 milione e 750 mila euro l’anno. Con questa decisione del governo della Cina, è molto probabile che molti giocatori che erano andati a fare fortuna nel paese asiatico tornino in Europa.

Da Oscar, che guadagna 23 milioni a stagione, fino ad Hamsik, che ne guadagna 8,8, passando per Hulk, 16. Ma anche alcuni giocatori italiani come Pellè, 15 milioni annui, El Shaarawy, 15 ed Eder, 10. A gennaio tutti e tre potrebbero fare ritorno in Italia. Già a settembre l’egiziano era stato vicinissimo alla Roma, ma la trattativa saltò all’ultimo momento.

El Shaarawy però vuole tornare nella Capitale, e l’abbassamento degli stipendi è sicuramente un vantaggio per i giallorossi. Su Pellè c’è l’interessamento di Inter e Fiorentina, Eder invece potrebbe fare ritorno alla Sampdoria.

Letture Consigliate