Botta e risposta tra Claudio Baglioni e Salvini sui migranti

Claudio Baglioni

“Questo Governo e i precedenti non hanno fatto abbastanza”, dice Claudio Baglioni: piccata la risposta del Ministro dell’Interno

Durante la conferenza stampa di presentazione del Festival di Sanremo, tenutasi ieri, il direttore artistico Claudio Baglioni ha parlato anche delle più recenti vicende politiche che vedono come teatro il nostro Paese, in particolare sulla questione migrazione:

“Oggi è una grana grossa”, afferma il cantautore romano “Se la situazione fosse stata affrontata anni fa, oggi non saremmo a questo punto. Il Paese è incattivito, rancoroso, abbiamo paura quasi anche della nostra ombra“. 

Poi affonda:

“Questo Governo e i precedenti non hanno fatto abbastanza. Anche l’opinione pubblica ha mancato”.

Piccata la risposta del Ministro dell’Interno Matteo Salvini, che a mezzo social scrive:

Canta che ti passa. Lascia che di immigrazione, sicurezza e terrorismo se ne occupi chi ha il diritto e il dovere di farlo

Le successive dichiarazioni di Baglioni sembrano quasi un inconsapevole risposta alle parole del leader della Lega:

“Noi andremo nella direzione del divertimento, del venirsi incontro, come fanno gli eserciti di buona volontà. Gli artisti possono essere trombettisti di qualche buona causa“.

Un giornalista in sala fa notare che quest’anno ricorrerà il trentesimo anniversario della caduta del Muro di Berlino. Baglioni, allora, constata amaro:

Pensavamo di poter vivere insieme. Invece oggi i muri li stiamo ricostruendo, non li abbiamo mai abbattuti

Il Festival

Per il suo secondo Festival la parola chiave scelta da Claudio Baglioni sembra essere leggerezza, avendo scelto di farsi affiancare da due professionisti della risata, Claudio Bisio e Virginia Raffaele

L’appuntamento è dal 5 al 9 Febbraio in diretta su Rai Uno. Primi ospiti confermati: Andrea Bocelli (e il figlio Matteo), Elisa e Giorgia.