31 Maggio 2022 - 09:59

Covid e Turismo: in quali Paesi UE serve ancora il Green Pass

Domani in Italia cade l'obbligo per i turisti di viaggiare muniti di Green Pass. Ma in alcuni Paesi UE la certificazione verde resta obbligatoria.

Covid, variante indiana

Cade da domani, mercoledì 1 giugno 2022, l’obbligo per i turisti che viaggiano in Italia di presentare il Green Pass base, che si ottiene con la vaccinazione, un tampone negativo o certificando l’avvenuta guarigione dal Covid-19.

Con questa misura, che arriva a circa un mese dall’abolizione dell’obbligo per i turisti di compilare il Passenger Locator Form (Plf), l’Italia si adegua alla maggior parte dei Paesi UE per entrare nei quali non c’è più bisogno di alcuna certificazione verde. Di contro, il Green Pass base rimane al momento obbligatorio per chi viaggia in Germania, Francia, Spagna e Portogallo.

Le ultime misure anti-Covid vigenti nel nostro Paese andranno a cadere il 15 Giugno quando non dovrebbe essere più obbligatorio indossare la mascherina in cinema, teatri e per spettacoli al chiuso. Si andrà invece verso una proroga oltre il 15 Giugno per trasporti a lunga percorrenza, ospedali ed RSA.

Anche gli studenti avranno l’obbligo di indossare la mascherina fino alla fine dell’anno scolastico, compresi gli esami di maturità e di terza media, ma l’auspicio del Ministro Bianchi (condiviso con il suo omologo alla Salute Speranza) è che dal prossimo settembre se ne possa fare a meno.

Entro il 30 Giugno andrà infine aggiornato il protocollo con le misure anti-Covid da adottare nei luoghi di lavoro privati: governo e parti sociali valuteranno se stralciare del tutto l’obbligo delle mascherine o mantenerlo esclusivamente raccomandato come già accade negli uffici pubblici.