Di Battista Bibbiano Paragone
Screenshot da canale ufficiale YouTube LA7

Di Battista difende l’ormai ex pentastellato Gianluigi Paragone, espulso oggi dal Movimento. Le dichiarazioni dei vari parlamentari

Gianluigi Paragone è stato espulso dal Movimento 5 Stelle. Lo annuncia prima, con una foto che recita “Io espulso dal nulla”, e poi con un video che non lascia dubbi. Non tutti sono stati favorevoli alla sua espulsione. A quanto pare il parlamentare avrebbe votato contro tutte le manovre e le decisioni prese dal Movimento, in ultima la legge di bilancio 2020. Per i vertici del Movimento questo non lascia dubbi: Paragone non è in linea con le idee del Movimento e per questo merita l’espulsione.

Dal momento della notizia molti colleghi e non hanno espresso la propria opinione. Lascia pensare le parole spese da uno dei volti più importanti del Movimento, Alessandro di Battista. Le parole in difesa di Paragone non arrivano dalla propria pagina ufficiale ma da un commento lasciato sotto la foto del ex grillino che annunciava la sua espulsione.

“Gianluigi è infinitamente più grillino di tanti che si professano tali. Non c’è mai stata una volta che non fossi d’accordo con lui. Vi esorto a leggere quel che dice e a trovare differenze con quel che dicevo io nell’ultima campagna elettorale che ho fatto. Quella da non candidato, quella del 33%.” ha scritto Di Battista.

La scelta di campo di Di Battista apre un nuovo capitolo nelle tensioni all’interno del Movimento. Soltanto a fine novembre, lui e il leader politico Luigi Di Maio avevano cercato di riavvicinare le proprie posizioni dopo una fase di allontanamento. Anche la senatrice Barbara Lezzi ha speso parole in favore di Paragone: “È e resta un mio collega. Fino a quando lavorerà senza sosta per i deboli, per assicurare un salario minimo decente, per fare in modo che le multinazionali osservino le leggi del nostro Paese, resterà un mio collega.