Diritti TV, anche la classifica conta: ecco gli scenari

serie a
foto: pagina facebook ufficiale Lega Serie A

Ultima giornata di verdetti in serie A. In palio ci sono posti Champions e salvezza in serie A, ma anche una fetta più grande dei diritti TV

La serie A 2018/2019 giunge domenica al suo atto finale. Nella parte nobile della classifica restano da assegnare due posti validi per la prossima Champions mentre nelle zone inferiori si saprà quale squadra, insieme a Chievo e Frosinone, abbandonerà la massima serie. Gran parte delle squadre non lotta più da tempo per obiettivi importanti ma è in palio un premio esterno al ‘rettangolo verde’, relativamente ai ‘diritti tv’.

Come riporta il sito internet di ‘Calcio e Finanza’ il 10° posto, in virtù della ripartizione dei diritti TV, vale 6,3 milioni di euro. Esclusa la Sampdoria, già sicura del nono posto, a giocarsi questi milioni saranno Sassuolo, Spal, Bologna e Cagliari. In teoria anche Parma e Fiorentina potrebbe rientrare in questa volata 10° posto ma entrambe le squadre sono più preoccupate dal rischio retrocessione.

I diritti TV vengono ripartiti, per il 15%, in base al posizionamento finale in classifica. Questa percentuale corrisponde a circa 162 milioni. Un’incidenza lieve è data anche dal numero di punti conquistati.

Detto del 10° posto, i premi ovviamente si riducono di posizione in posizione. Chi arriva 11° incasserà 5,5 milioni, chi arriva 12° incasserà 5 milioni, che arriva 13° incasserà 4,6 milioni e così via. Un incentivo ad un miglior piazzamento gioverebbe anche i calciatori. Molti giocatori hanno infatti bonus di squadra o personali, a seconda del contratto, che sono tanto più alti quanto migliore è il piazzamento finale del club.