10 Dicembre 2017 - 20:58

Domenica di Serie A raccontata da Zon

serie a

La domenica di Serie A si apre con l’anticipo Roma-Chievo

La Roma conquista un punto nel pareggio dell’anticipo valido per la 16esima giornata di Serie A. Match senza reti; è 0-0 al Bentegodi. La squadra di Di Francesco non riesce a sfondare, grazie anche ad un ottimo approccio della partita da parte degli uomini di Maran. Il Chievo si è difeso in maniera superba, grazie anche al miracoloso Sorrentino, ed è riuscito a ripartire in diverse occasioni.

Proprio al 12′, Inglese sfiora il vantaggio scheggiando la traversa. La Roma si rende pericolosa al 24′. Schick, di tacco, trova la risposta miracolosa di Sorrentino, il quale nega la gioia del gol anche a Gerson sulla respinta. Al 45′, bravo Gonalons a murare una conclusione di Deopaoli. Secondo tempo a senso unico, con i giallorossi che provano in tutti i modi di passare in vantaggio. Ancora un volta però Sorrentino mette i guantoni, parando un gran tiro di Gonalons da posizione defilata.

Al 54′ entra Dzeko. Il bosniaco sfiora il vintaggio in due occasioni. Nella prima, al 67′, su cross di Kolarov, l’attaccante gialloroso non riesce ad arrivare per questione di centimetri. Sempre Dzeko, al 78′ servito da Nainggolan, manda il pallone sopra la traversa a pochi passi dalla porta.

All’82’ Sorrentino compie un autentico miracolo su Schick. Il portiere del Chievo, preso in controtempo, riesce a toccare con il piede il pallone diretto in porta.

La Roma spreca il “regalo” offertogli da Juve e Inter nella serata di sabato, rimanendo a 35 punti, con una partita da recuperare.

Le partite delle 15

L’Udinese s’impone per 2 reti a 0 sul Benevento. Alla Dacia Arena bastano Barak e Lasagna per garantire, momentaneamente, una posizione sicura in classifica. Bastano 5 minuti ai friuliani per passare in vantaggio con un tiro sporcato di Barak, che beffa Brignoli. Al 10′ Ali Adnan scheggia la traversa su punizione. Occasionissima per il Benevento, al 28′, con Letizia e Puscas che trovano l’opposizione di Bizzarri. Al 41′ l’Udinese chiude la partita con il diagonale di Lasagna che buca Brignoli. Inutili i tentativi del Benevento per cercare quanto meno di riaprire la partita. Nel secondo tempo Memushaj e D’Alessandro, i migliori nella ripresa, impensieriscono poco Bizzarri e compagni.

Partita divertentissima al Paolo Mazza di Ferrara tra Spal e Verona. La squadra veneta, avanti di 2 gol, si fa raggiungere all’89’. Partita molto equlibrata, con azioni da una parte e dall’altra. Comincia il Verona con un tiro di Cerci ad aprire le danze. Risponde Borriello che non trova la porta di testa. Verde scalda i guantoni di Gomis e Grassi trova la rispota miracolosa di Nicolas. Il gol arriva al 10′ del secondo tempo, con Cerci che non sbaglia dal dischetto. Il raddoppio al 24′ con un bel diagonale di Caceres, su assist di Verde.

Sembrava ormai fatta per la squadra di Semplici, ma la Spal non si è arresa. Due pali di Grassi anticipano il gol di Paloschi che riapre la partita. All’89 ingenuità di Caracciolo che atterra in area Floccari. Sul dischetto Antenucci non sbaglia, agguantando così il pareggio.

Il big match del pomeriggio di Serie A tra Napoli e Fiorentina finisce senza reti. Il Napoli cerca di fare la partita, ma di fronte trova una Fiorentina ben schierata in campo. La squadra di Sarri parte forte con Mertens che cerca più volte di servire Zielinski, senza però impensierire Sportiello. Jorginho al 7′ spreca una buona occasione, sparando alto sulla traversa.

Il primo tiro dei viola arriva al 16′ con Benassi. Al 40′ Simeone, a pochi metri dalla porta,  spara addosso Reina. Nella ripresa subito Zielinski cerca il gol, non trovando però la porta. Passano pochi minuti e di nuovo Zielinski si rende pericoloso. Sportiello e il palo salvano la Fiorentina. Non hanno risvolti positivi le numerose conclusioni di Hamsik, Mertens e Callejon. La partita diventa noiosa durante i minuti finali, con le due squadre ormai stremate. Lo dimostrano i numerosi falli fischiati nei 10′ finali.

Sassuolo e Crotone si sfidano nel match delle 18

Il Sassuolo porta a casa i 3 punti, trionfando per 2-1 sul Crotone. Decisivi i gol di Goldaniga e Politano.

Partita molto tattica ed equlibrata al Mapei Stadium. Il Crotone comincia con una marcia in più, prendendo in mano il pallino del gioco. Di Stoian la prima conlcusione della gara.

All’8′ Berardi tira, senza però trovare la porta. Il Sassuolo sembra essere entrato nel vivo del gioco, e al 26′ Falcinelli calcia un pallone che arriva docile nelle braccia di Cordaz. Al 38′ di nuovo Falcinelli cera di nuovo il gol; tiro però bloccato da Cordaz. Si rivede al 39′ il Crotone che, con Barberis, sfiora il vantaggio.

Il secondo tempo si apre con la rete del vantaggio degli emiliani. Al 49′ Goldaniga impatta di testa e insacca la rete dell’1-0. Al 61′ Politano trova il raddoppio con un gran tiro a giro da fuori area. Il Crotone avverte il colpo e si svegli al 66′, trovando la rete che riapre la partita. Acerbi, nel tentativo di anticipare Budimir, trova l’autogol. Ci credono gli uomini di Zenga, che quasi agguantano il pareggio al 73′ con Budimir, il quale si fa ribattere un tiro da Peluso a porta spalancata..  All’88’ il Sassuolo sbaglia un calcio di rigore con il neo entrato Matri.

Finisce 2-1 l’incontro delle 18.