Trump
immagine da Pixabay

L’ex presidente Donald Trump ha provato ad organizzare una parata d’addio. Ma la Difesa si è opposta al tentativo

Destituito, in tutto e per tutto. Sono tempi difficili, quelli di Donald Trump, che si vede sballottato e fuori da un sistema che, fino a poco tempo fa, lo vedeva partecipe attivo. L’ex presidente avrebbe provato a organizzare una grande parata militare il prossimo 20 Gennaio, giorno dell’insediamento ufficiale alla Casa Bianca del suo successore Joe Biden. Il problema, però, è che lo stesso Pentagono avrebbe categoricamente stoppato ogni iniziativa, respingendo categoricamente le richieste del suo ex presidente. Uno smacco totale, sotto ogni punto di vista.

Potrebbe interessarti:

Come spiegato da fonti dell’amministrazione USA, l’intenzione del presidente uscente, nonché comandante in capo delle forze armate americane, era quella di celebrare la fine del suo mandato con una sfilata in pompa magna e una grande folla di sostenitori. Un’intenzione destinata a restare tale, data la bocciatura totale dell’iniziativa di Trump. Non è ancora chiara la location che avrebbe dovuto ospitare l’evento. Si parlava dello spiazzo davanti alla Casa Bianca, della base militare di Andrews o di West Palm Beach, in Florida. Ma nulla è stato poi confermato, a causa della bocciatura netta da parte del ministero della Difesa.

Dunque, a conti fatti, Trump è stato enormemente “tranciato” da questa disposizione, che non gli permetterà di salutare la sua presidenza “come si deve”. Un ulteriore smacco per un presidente che, a questo punto, si trova a dover fare i conti con gli spettri di sé stesso e con un establishment che lo ha ormai destituito dai suoi obblighi e poteri.

Letture Consigliate