Dpcm Gennaio
Da pixabay

L’accesso alle seconde case, con il DPCM Gennaio, è ufficialmente consentito. Si può accedere anche fuori regione

Una nuova mossa da parte del Governo. Il DPCM Gennaio porterà in dote nuovi provvedimenti molto importanti. Innanzitutto, andare nelle seconde case, a partire da oggi, non sarà più vietato. Il provvedimento firmato dal presidente del consiglio Giuseppe Conte per limitare il contagio da COVID-19, impone nuove regole e restrizioni ma consente gli spostamenti verso le abitazioni purché limitate al nucleo familiare. Rimarranno chiuse palestre e piscine, come i cinema e i teatri. Confermato il coprifuoco dalle 22 alle 5, l’obbligo di mascherina all’aperto e al chiuso e quello di mantenere il distanziamento.

Potrebbe interessarti:

Sarà comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione. Per abitazione si intende dunque anche una seconda dimora, anche in affitto, che si trovi in una regione in fascia gialla, arancione o rossa. Si potrà poi rientrare nella residenza o nel domicilio in qualsiasi momento.” recita il nuovo DPCM Gennaio.
Lo spostamento tra Regioni resta vietato fino al 15 Febbraio. Oltre al trasferimento nelle seconde case i motivi per spostarsi sono quelli di lavoro, necessità e urgenza.

Dai ristoranti sarà sempre consentito l’asporto, dai bar è consentito soltanto fino alle 18. In tutti i casi rimane il divieto di consumare cibi e bevande nelle adiacenze dei locali pubblici. La ristorazione negli alberghi e nelle altre strutture ricettive è consentita senza limiti di orario limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati. I parrucchieri sono aperti, i centri estetici sono chiusi. Si può fare attività motoria e attività sportiva all’aperto ma individualmente.

Letture Consigliate