Einstein, un suo appunto sulla felicità venduto all’asta per più di 1 milione di dollari

einstein

Venduto all’asta per più di un milione e mezzo di dollari un appunto sulla felicità scritto Albert Einstein. Il biglietto del 1922 era indirizzato ad un corriere giapponese durante un suo viaggio a Tokyo

È stato venduto all’asta – tenutasi a Gerusalemme – un appunto sulla felicità scritto da Albert Einstein per un valore di 1,56 milioni di dollari.

Il biglietto, valutato tra i 5000 e gli 8000 dollari, ha raggiunto una cifra astronomica dopo essere riportato alla luce a distanza di 95 anni. Insieme ad un serie di documenti scritti dal celebre fisico, anche la saggia annotazione risale al 1922, scritta durante un viaggio in Giappone.

Una vita tranquilla e modesta porta più gioia del perseguimento del successo legato a un’agitazione perenne“, e “dove c’è volontà, c’è la strada“. Questo il testo del bigliettino – scritto in tedesco – gettato rapidamente su carta da Einstein.

Il destinatario sarebbe stato un corriere che lo raggiunse nel suo hotel a Tokyo e a cui, nell’impossibilità di dare una mancia (non si sa se lo scienziato non avesse avuto i soldi per la mancia o se fosse stato il corriere a rifiutarsi di accettarla), avrebbe dedicato queste sagge parole.