Maschio o femmina? Introdotto a Malta il genere X nei documenti ufficiali

malta

A Malta non ci sarà più bisogno di identificarsi con uno specifico genere. Sui documenti ufficiali basterà infatti segnare una X al posto dei classici “maschio” o “femmina”

project adv

Una licenza alle persone per poter essere se stesse“, così il ministro della Parità di Malta, Helena Dalli, ha definito la novità introdotta dal Governo circa la dichiarazione del genere. Niente più “maschio” o “femmina” per i cittadini maltesi, che potranno da ora in avanti scegliere di segnare con una X il proprio genere sui documenti ufficiali.

Una decisione che vuole dimostrare la prosecuzione delle politiche maltesi atte a riconoscere le persone esclusivamente nel modo in cui esse identificano se stesse. “Nessuno decide come nasce e tanto meno questa decisione deve spettare a dei giudici” ha dichiarato il ministro Dalli, mentre il sottosegretario alle Riforme, Julia Farrugia, ha celebrato l’importanza dell’evento sottolineando la capacità del suo paese di “fare cose che gli altri Paesi europei ancora non hanno fatto“.

Malta, tuttavia, non è l’unico Paese ad avere adottato questa nuova politica. Oltre all’isoletta del Mediterraneo, infatti, anche il Canada, l’Australia, la Germania e la Nuova Zelanda hanno già introdotto il simbolo X in sostituzione dei classici M o F.

Video del giorno