Fred De Palma “Uebe è il disco in cui mi riconosco di più”



Fred De Palma Uebe
Cover del disco. Dal profilo Instagram ufficiale di Fred De Palma

Dai successi multiplatino con Ana Mena al nuovo album: esce oggi “Uebe” di Fred De Palma, esponente limpido del reggaeton in Italia

“Ho scritto tanto in questo periodo, tante canzoni che sicuramente faranno parte di un album, ma ancora non so nè la data di uscita nè altro”. Così parlava ai microfoni di Zon.it lo scorso Luglio il rapper Fred De Palma ospite del Giffoni Experience 2019.

Spoiler ingenui: UEBE, ripeto, UEBE, è il nuovo album di Fred De Palma in uscita tra due settimane, il 13 Settembre

Pubblicato da Riccardo Manfredelli su Giovedì 29 agosto 2019

Un pò a sorpresa per noi che pensavamo di dover aspettare ancora molto prima di conoscere il successore di Hanglover, pubblicato nel 2017 sempre su etichetta Warner Music, ha visto oggi la luce Uebe: dodici tracce che confermano il Palana quale esponente più limpido del reggaeton in Italia.

Il disco arriva dopo il grande successo dei singoli D’estate non vale Una volta ancora (che figura nella tracklist anche nella versione spagnola Se Illuminaba) con la cantante spagnola Ana Mena, entrambi certificati col doppio disco di platino per le oltre 100.000 copie vendute.

Ma se è vero che il reggaeton non è un ritmo esclusivamente estivo, allora noi siamo pronti a scommettere che il prossimo tormentone, quello delle castagne attorno al fuoco e dei primi timidi freddi, sarà Il tuo profumo: nella traccia numero tre dell’album Fred De Palma conferma la sua vocazione internazionale duettando con la popstar messicana Sofia Reyes, e affida alle sonorità del bachaton (crasi dello stesso rapper per indicare le influenze tra i ritmi della bachata e il reggaeton) il racconto di una relazione in bilico:

Quanto mi manca gridarci tutto in faccia, noi che ci spezziamo come sigarette in tasca, che tanto poi ci passa. Non voglio che tu vada via, ora che casa nostra e’ soltanto casa mia

Tanti i featuring

Oltre a quelli con Ana Mena e Sofia Reyes in “Uebe” trovano spazio altri featuring: con Emis Killa sulle note di Bahamas (narrante di una lei che ha deciso di dire addio al suo vero amore per investire in una relazione che appare fondata su interessi esclusivamente economici) con Shade, che Fred De Palma ha conosciuto per la prima volta nel 2012 all’interno del talent Mtv Spit, e con la regina delle nostre estati Baby K sul pezzo Dio benedica il reggaeton.

Molto calibrata anche la collaborazione con Boro boro sul pezzo omonimo dell’album: qui Fred si rivolge ad un immaginario interlocutore, con l’intenzione di rompere quel confine che separa “l’artista” dalla “persona”, tracciando una storia di rivincita e rinascita in cui tutti possono riconoscersi:

“Io sono cresciuto in strada, proprio come te. Senza mai tornare a casa, proprio come te. Con i segni sulla faccia, proprio come te. Però adesso ce l’hai fatta, proprio come me“.

Un album coerente

Nella maggior parte delle interviste rilasciate a margine della presentazione dell’album, Federico ha definito “Uebe” un album coerente: questo però, aggiungiamo noi, non si evince solo dal punto di vista musicale ma anche guardando al contenuto dei testi: il filo rosso che sembra infatti legare molti pezzi della tracklist, è il racconto di “amori che non sanno stare al mondo”, mondi aspramente in antitesi (Io e te siamo il male ed il bene ma in fondo va bene così) che trovano nella fugace fisicità la sola ragione, il solo modo per esistere.

 

Leggi anche