12 Dicembre 2017 - 08:10

Giulia Michelini alias Rosy Abate, l’antidiva per eccellenza

fiction Rosy Abate

“Sono molto legata al personaggio di Rosy Abate e spesso la mia e la sua figura si sovrappongono”, confida Giulia Michelini, l’antidiva per eccellenza che odia il red carpet e ha una sola priorità: il figlio

Non si considera un’attrice, odia scegliere il vestito e la scarpa giusta per il red carpet, abbozza qualche sorriso ai fotografi perché è così che si fa e non sopporta le interviste. Per strada la chiamano Rosy e la gente a malapena conosce il suo vero nome. “Per certi versi conduco un’esistenza comune: un figlio, la colazione preparata la mattina, il mutuo a fine mese. Altro che prime cinematografiche.”

Giulia Michelini è l’antidiva per eccellenza.

Carriera televisiva, grande schermo e il successo con Rosy Abate

Classe 1985, debutta nel 2002 sul piccolo schermo nella terza stagione di Distretto di Polizia e l’anno seguente appare al cinema per la prima volta in Ricordati di me di Gabriele Muccino. Ha recitato in televisione per la miniserie Paolo Borsellino e RIS – Delitti imperfetti. Dal 2009 è la protagonista della serie TV Squadra antimafia – Palermo oggi, in cui indossa i panni di Rosy Abate, soprannominata Regina di Palermo.

Nel 2017 l’attrice lascia il cast della settima stagione di Squadra antimafia ma riappare nel ruolo della forte e determinata Rosalia in una serie interamente dedicatale: Rosy Abate – La serie. In questa fiction, in cui recita al fianco della sorella Paola, Giulia Michelini interpreta il ruolo di una ragazza nata in una famiglia mafiosa del capoluogo siciliano.

Rosy Abate – La serie è andato in onda su Canale 5 il 12 novembre di quest’anno e sin da subito ha riscosso un gran successo. L’ultima puntata, trasmessa domenica 11 dicembre, ha trattenuto davanti lo schermo televisivo 5.291.000 spettatoriChe tempo che fa, il classico di RAI 1 condotto da Fabio Fazio, è stato battuto con il 20,9% di share.