Governo, Salvini riapre (ancora una volta) ai 5 Stelle



salvini
Foto: screen Instagram Matteo Molina

Nella discussione post-consultazione, Matteo Salvini riallaccia il filo con il Movimento 5 Stelle. E ne approfitta per richiedere di nuovo le solite cose

Sempre la solita minestrina riscaldata. Matteo Salvini continua ad esasperare ogni concetto e a rinnegare la crisi di Governo che egli stesso ha aperto. Il leader della Lega ha riaperto al Movimento 5 Stelle in un ultimo disperato tentativo, che sa tanto di opportunismo politico, in modo da contrastare i “nuovi” avversari. Ancora una volta, dunque, non ha perso l’occasione di attaccare il Partito Democratico e la sua “politica”, come al solito sui soliti argomenti.

Sono contento di rappresentare una forza politica compatta, che prende decisioni per il Paese. L’Italia non può permettersi di perdere tempo. Non può avere un Governo con posizioni troppo distanti. Oggi la via maestra non possono essere i giochini di palazzo, ma le elezioni. Abbiamo letto varie ipotesi con l’unico collante di far restare fuori la Lega. Ho letto che qualcuno vuole tornare e abolire Quota 100. No, non lo permetterò.” ha dichiarato Matteo Salvini.

Questo si traduce nel fatto che la via maestra è il popolo. Diamoci un tempo, diamoci un obiettivo, io non porto rancore. L’unica cosa che mi sento di dire è che spero che gli italiani abbiano un Governo che costruisca. Se avessi dovuto fare una scelta di convenienza personale, oggi sarei stato coi miei figli. Ma non avrei avuto la coscienza a posto. Se si vuole andare avanti, io ci sono. Mattarella avrà tutti gli elementi per giudicare.” ha infine concluso.

Leggi anche