GP di Sakhir
Foto: Facebook Racing Point

La Mercedes si suicida e butta la vittoria del GP di Sakhir. Russell si arrende solo agli errori del box, Perez rimonta e vince

Sergio Perez vince il GP di Sakhir. Il pilota della Racing Point compie una grande rimonta e sfrutta il terribile errore della Mercedes. Ocon sale sul secondo gradino del podio, Stroll lo completa.

Potrebbe interessarti:

Si spengono i semafori e Russell subito infila Bottas, mostrando tutta la sua qualità. Leclerc paga la troppa aggressività e compie un errore in regime di partenza causando un incidente con Perez. Per evitare la Racing Point Vertsappen va a muro. Gara terminata per l’olandese e il monegasco. Il messicano invece riparte e incomincia la sua rimonta.

Russell domina i primi trenta giri, lasciando le briciole a Bottas (anonimo) e agli avversari. La Ferrari di Vettel subisce la velocità degli avversari e non può nulla ai sorpassi delle monoposto. La gara viaggia in modo molto monotono fin quando dalla scuderia Mercedes non commettono un errore grossolano. Entrambi i piloti rientrano ai box per via di una Safety Car e gli ingegneri sbagliano a montare le gomme, mischiandole. Russell è costretto a rientrare nuovamente in pit lane, mentre su Bottas riescono a montarle al primo stop, allungandolo di molti secondi.

Ne approfitta Perez, che si porta al comando della gara. Russell rientra in sesta posizione, ma rimonta, portandosi a due secondi dalla testa. In un GP di Sakhir dai mille volti, non c’è pace per la Mercedes. Bottas viene risucchiato dal gruppo per via delle gomme “sbagliate”, Russell va nuovamente ai box per una foratura. Una gara rovinata al giovane britannico, che avrebbe vinto il suo primo Gran Premio in carriera.

Letture Consigliate