Ibrahimovic
Fonte immagine: Twitter Milan

Addio al rush finale per Zlatan Ibrahimovic, lo svedese finito ko allo Stadium salterà le prossime tre partite e spera di esserci all’europeo

Si tratta di una lieve distorsione, Ibrahimovic non giocherà contro Torino e Cagliari, per la gara con l’Atalanta vediamo“. Pioli in conferenza stampa aveva lasciato aperto uno spiraglio per vedere Zlatan in campo, in quella che presumibilmente, sarà la sfida da dentro o fuori per la Champions contro l’Atalanta in programma il prossimo 23 maggio a Bergamo.

Potrebbe interessarti:

Evidentemente la distorsione al ginocchio sinistro, rimediata nella sfida con la Juventus, è molto più grave del previsto e c’è chi parla di 3/4 settimane di stop che sancirebbero, oltre alla sicura chiusura prematura della stagione con il Milan, la seria possibilità di alzare bandiera bianca anche per i prossimi europei.

Un infortunio che dopo quelli alla coscia, all’adduttore e al polpaccio (tutti al lato sinistro del corpo) fanno sorgere ulteriori dubbi sulla sua condizione fisica non più impeccabile arrivato ormai alla soglia dei 40 anni. Quest’anno Ibra ha saltato praticamente metà della stagione collezionando solo 19 presenze con 15 reti all’attivo, niente male se non fosse che il suo contratto, appena rinnovato dal Milan, chiama ancora per 7 milioni netti per la prossima stagione.

Un all in sullo svedese che però in termini di presenza in campo non da grosse garanzie. Nonostante le ottime prestazioni, quando è stato a disposizione, il fisico di Zlatan non è più quello di una volta e i numerosi infortuni (e sopratutto i lunghi tempi di recupero) di questa travagliata stagione ne sono la dimostrazione lampante.

Capitolo Svezia

Mentre il Milan si dispera, c’è chi lo aspetta a braccia aperte. La Svezia esordirà ad Euro2020 il 14 giugno contro la Spagna a Siviglia e il ct Janne Andersson, dopo la pace fatta alla ultime convocazioni, spera di riaverlo a disposizione almeno per inserirlo a gara in corso.

Il tanto atteso ritorno di Zlatan in nazionale è stato un successo dimostrando di essere ancora determinante anche con la maglia gialla addosso. A quasi 40 anni questa sarà l’ultima chance per Ibrahimovic di poter prendere parte ad una competizione internazionale così importante e siamo sicuri che le proverà tutte per esserci.

L’appuntamento è fissato per il prossimo martedì, quando Andersson diramerà la lista dei convocati per la rassegna iridata europea. Al momento la sua presenza non dovrebbe essere in dubbio ma se la situazione si complicherà ulteriormente, non è escluso che la Svezia possa fare a meno di lui.

Letture Consigliate