Italia Under 21
immagine da youtube

Mentre l’Italia Under 21 si gioca le sue carte all’Europeo, la Nazionale può contare su vari giocatori chiave per un ricambio generazionale

Un problema che da anni affligge il calcio italiano è la poca fiducia nei giovani e il poco investimento nei vivai. L’Italia, dopo l’exploit dei Mondiali del 2006, ha pagato caro queste carenze perdendo alle battute inziali tre mondiali, ed tranne ad Euro 2012, non ha mai convinto.

Potrebbe interessarti:

Ma ora per quanto ancora siano presenti problemi strutturali, la musica sembra essere cambiata. Mancini ha dato nuovo slancio alla rifondazione della Nazionale. Rifondazione che passa infatti dall’inserimento dei giovani azzurri che riescono ad emergere in campionato. Il tecnico, abituato a lanciare giovani di talento, sta lentamente ringiovanendo la squadra mantenendo alta la qualità

Le scelte del ct del resto sono state facilitate dal rendimento di alcuni che sono riusciti già a dimostrare di essere pronti per la prima squadra. Da una parte i vari Donnarumma, Zaniolo e Chiesa che anche essendo molto giovani già sono punti fermi della nuova Italia, ce ne sono altri che presto potranno fare il grande salto.

Ad offrire una vetrina importante ci sta pensando l’Under 21 che, rimaneggiata di alcuni interpreti già in prima squadra, non sta sfigurando. Lovato, Rovella, Raspadori, Scamacca e Tonali su tutti sono coloro che presto potranno essere chiamati da Mancini a Coverciano e che si giocheranno le loro carte per l’Europeo.

2000, la nuova generazione

Lovato, classe 2000, è stato una delle rivelazioni di questo campionato. Il giovane, cresciuto nelle giovanili del Padova e del Genoa, è riuscito a prendersi il posto di titolare nel Verona di Juric e rendendo la difesa gialloblu tra le meno battute. Per lui già si è aperta un’asta di mercato al rialzo.

Raspadori del Sassuolo, anch’egli classe 2000, grazie anche a De Zerbi è riuscito a crescere molto e a diventare una punta moderna capace di giocare in rapidità. Nicolò Rovella invece potrebbe diventare uno dei migliori centrocampisti della Serie A. Sul giovane genoano tanti i paragoni, lui dice di ispirarsi a Modric mentre la Juventus sta già preparando il colpo.

Gianluca Scamacca, anche lui del Genoa, classe 99 è già varie esperienze internazionali per l’attaccante che rispecchia la punta vecchio stile: tanta fisicità e grande finalizzatore. Anche su di lui la fila delle pretendeti è lunga: Juventus e Milan su tutte.

Letture Consigliate