15 Novembre 2017 - 09:35

Brutte notizie per l’ Italia: ecco quanto perde dopo la sciagurata eliminazione per Russia 2018

italia

Dopo oltre 60 anni l’Italia non prenderà parte alla spedizione mondiale. I problemi da superare da parte della federazione  saranno molti

L’incubo è diventato realtà, il prossimo Mondiale in Russia non vedrà sbandierare al vento il tricolore italiano. I danni recati all’immagine della nazionale sono molti e vanno ad intaccare sia valori sportivi che economici. La storia della nazionale è stata infangata dopo più di mezzo secolo di storia e la Figc dovrà tenerne conto, reagendo tempestivamente e nel migliore dei modi, poiché gli ostacoli nel tragitto di rifondazione saranno molti.

Le conseguenze maggiormente rilevanti sono: perdita dei diritti TV con una inevitabile deflazione del PIL, svalutazione del ‘brand’ Italia, perdite pubblicitarie e di sponsor. I montepremi riservati alle nazionali avrebbero fatto gioire le casse italiane. Infatti le 16 squadre che saranno eliminate dai gironi intascheranno comunque un compenso di 8 milioni di dollari ciascuna, fino ad un arricchimento di 66 milioni di dollari. La perdita potenziale tra diritti TV e sponsor si aggira sui 100 milioni.

Nei giorni scorsi, il presidente dell’ Upa, Lorenzo Sassoli de Bianchi, aveva quantificato in una percentuale tra l’ 1% e l’ 1,5% la crescita del marchio Italia con l’ accesso ai mondiali. L’inevitabile svalutazione del brand, comporta effetti pesanti sul piano degli incassi da parte di sponsor e tv, che valgono circa 70 milioni. La federazione italiana si impoverirà soprattutto per la mancanza  di audience che nel mondiale del 2014 ha superato gli 1,2 miliardi di telespettatori.

L’ asta per le assegnazioni mondiali è stata sempre una lotta tra Rai e Sky, le quali producevano escalation per aggiudicarsi i diritti TV, raggiungendo cifre esorbitanti. La procedura per l’ acquisizione dei mondiali è stata aperta, ma sicuramente non raggiungerà soglie altissime.