Juventus, Paratici
Fonte immagine: Twitter Juventus

Attraverso una nota ufficiale la Juventus ha annunciato l’addio di Fabio Paratici dopo undici stagioni ricche di successo

Ormai mancava solo l’ufficialità: il Managing Director Football Area della Juventus Fabio Paratici lascia il club bianconero dopo undici lunghi anni. Fatale l’ultima stagione partita con la bufera Suarez e conclusa con l’approdo della squadra in Champions all’ultima giornata.

Potrebbe interessarti:

Cresciuto alle spalle di Marotta, Paratici ha scalato le vette della società bianconera ricoprendo ruoli sempre più importanti fino a diventare il dirigente di punta del club. Venerdì 4 giugno è stata convocata una conferenza stampa congiunta con il presidente Agnelli per spiegare i motivi della separazione.

Le parole dei protagonisti

Con il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno, Paratici ha così commentato la scelta del club: “Sono stati anni bellissimi, di crescita professionale e di forti emozioni. La Juventus mi ha concesso l’opportunità di svolgere la mia attività in piena libertà e senza condizionamenti nel pieno rispetto del mio ruolo. Per questo desidero ringraziare tutto il club, il mio staff, i dipendenti, i collaboratori, i calciatori, gli allenatori, gli azionisti, e, in particolare, il Presidente, Andrea Agnelli. Si chiude un capitolo importante della mia carriera, in attesa di nuove sfide“.

Al termine del colloquio privato con il suo dirigente Agnelli ha tenuto a ringraziarlo per il lavoro svolto in questi undici anni: “Fabio ha scritto in questi anni la storia della Juventus. Un percorso di crescita caratterizzato da professionalità, abnegazione e tanti successi. Diciannove trofei in 11 anni sono la miglior testimonianza del suo lavoro, che si iscrive appieno nella lunga tradizione del nostro club. Oggi è il momento di ringraziarlo per aver saputo creare un forte legame professionale, accompagnato dalla passione quotidiana“.

Letture Consigliate