Lazio
Foto: YT SS Lazio

“Comprano gli aerei e poi non ci pagano”, lo sfogo di Luis Alberto durante una diretta social. Poi lo spagnolo fa marcia indietro ma la Lazio è pronta a multarlo

Un sfogo durante una diretta su Twitch può costare caro a Luis Alberto. Il fantasista della Lazio è al centro delle polemiche per la sua frase in merito all’acquisto di un aereo da parte del presidente Claudio Lotito, annunciato venerdì.

Queste le parole del numero 10 a riguardo: Hanno i soldi per comprare l’aereo, ma poi a noi non ci pagano”. Frase che ha spaccato in due l’opinione pubblica tra chi sta dalla parte dello spagnolo e chi invece ritiene quest’uscita completamente fuori luogo in un periodo storico simile.

Nella mattinata odierna, Luis Alberto ha però fatto marcia indietro, chiedendo ufficialmente scusa per le sue frasi. In una diretta Instagram ha poi aggiunto: “Quanto detto ieri non era il momento giusto per farlo. Ci ho sempre messo la faccia ed anche ora è così. Chiedo scusa alla gente che si è sentita offesa: non era la mia intenzione, parlare di soldi e non soldi. Come squadra, abbiamo anche lasciato un mese di stipendio, perché capiamo le difficoltà. Finché sono qui, per tutto lo staff e gli altri, lavorerò al 100%. C’è grande rispetto per tutti, ora combattiamo insieme questa battaglia. Forza Lazio“.

La società pensa ad una multa

Le scuse però potrebbero non bastare a Luis Alberto. La Lazio, infatti, starebbe pensando di multare il numero 10 biancoceleste per le espressioni proferite.

Chissà però che Lotito non ci ripensi una volta aver visto il video di scuse del calciatore spagnolo. Si attendono eventuali sviluppi in merito.