26 Novembre 2017 - 21:54

Le partite di Serie A delle 15

serie a

Il Napoli non sbaglia, il Genoa frena la Roma e al San Siro finisce senza reti tra Milan e Toro; queste le partite delle 15

Le partite di serie A del primo pomeriggio hanno regalato poche reti e poche emozioni.

Il Napoli di Sarri, reduce dalla vittoria con lo Shaktar, ritrova la vetta della classifica sconfiggendo l’Udinese per 1 rete a 0. Il gol dei partenopei arriva al minuto 33 grazie a un rigore procurato da Maggio su fallo di Angella. Scuffet ipnotizza Jorginho, il quale però raccoglie la respinta e trasforma in rete il gol del vantaggio azzurro. La partita è sempre stata in mano ai giocatori di Sarri che hanno concesso un solo tiro in porta all’Udinese arrivato al 92′. Restano a secco Mertens, Callejon e Mertens.

Finisce 1-1 la sfida del Ferraris tra Genoa e Roma. La partita si sblocca solamente al 59′ con un piattone di El Shaarawy servito da un Florenzi in splendida forma. Dieci minuti dopo però De Rossi commette un’assurdità in area di rigore. Il centrocampista giallorosso prende letteralmente a schiaffi Lapadula, rimediando un espulsione e procurando così rigore per il Genoa. Rigore poi trasformato da Lapadula stesso. La Roma sale a quota 31, agganciando momentaneamente la Juve, che stasera va in scena contro il Crotone.

Si chiude senza reti la sfida di San Siro tra Milan e Torino. La squadra di Montella ha dominato nettamente la partita, costruendo azioni pericolose, senza però trovare il gol del vantaggio. Kalinic fa tremare al 5′ i granata colpendo un palo, anche in posizione irregolare. Il primo vero squillo rossonero arriva pochi minuti dopo, da una punizione di Suso, che trova però uno strepitoso Sirigu a negargli la gioia del gol. Al 68′ è ancora Sirigu a sbarrare la porta su una doppia occasione di Kalinic, che si vede parare il pallone prima su colpo di testa e dopo su un tap-in a pochi passi dalla porta. L’unico tiro del Torino arriva all’85’. Belotti impatta di testa il pallone e, dopo la parata di Donnarumma, Montolivo salva clamorosamente sul tap-in di Iago Falque.