La Liga: il Real vola sempre più a bassa quota, il Barcellona centra la vittoria di rimonta



Liga
imm. dal profilo ufficiale Facebook La Liga

La Liga sembra essere ormai a senso unico, con il Barcellona che allunga di ben 19 punti sugli eterni rivali del Real Madrid

La Liga, nonostante promettesse scenari più agguerriti, sembra essere ormai diretta verso un’unica direzione. Il Barcellona di Valverde si trova a di ben 19 punti sul Real Madrid, che sembra essere entrato in un periodo di crisi di risultati. I blancos collezionano la seconda sconfitta consecutiva casalinga, dopo il pesante k.o. col Barcellona dello scorso 23 Dicembre.

Il Real Madrid esce sconfitto dallo scontro casalingo con il Villarreal per 1-0, Zidane e compagni in crisi di risultati

Non poteva cominciare in peggior modo l’anno per i blancos di Zidane. I madrileni sono stati sconfitti al Bernabeu dal Villareal, per 1 rete a 0. La squadra di Calleja centra l’impresa al Bernabeu; Zizou, dall’altra parte, trema.

Il Villareal ha tenuto testa per ben 87′ minuti il Real Madrid, che ha tentato in tutti i modi di portare a casa la vittoria. Ronaldo e compagni, però, non avevano fatto i conti con un monumentale Asenjo. Il portiere ha compiuto parate straordinarie su Modric, Kroos, Bale e Isco. Il miracolo però lo compie su una conclusione a due passi di CR7, lasciando fermo il risultato sullo 0-0. Nei minuti finali accade l’impensabile; il “sottomarino giallo” passa in vantaggio, sugli sviluppi di un contropiede. Kylor Navas respinge una timida conclusione di Unal, ma il pallone arriva sui piedi di Fornals, il quale scavalca il portiere con un bel pallonetto.

La partita finisce 0-1, nell’incredulità più totale da parte del pubblico. Il Villareal sale a quota 31 in Liga, arrivando in zona Europa.

Atletico Madrid e Valencia trovano la vittoria, accorciando sul Barcellona che ospiterà domenica sera il Real Sociedad

Dall’altra parte, i cugini dell’Atletico sconfiggono l’Eibar per 1-0, allungando di 10 punti sul Real. Decisiva la rete al 26′ di Kevin Gameiro.

I Colchoneros dominano nettamente i primi 45′ di gioco; dopo appena 10′ Correa e Koke sfiorano il vantaggio. Vantaggio che arriva al 26′, dopo un’azione tutta alla francese. Griezzman, dopo essersi smarcato dai difensori, serve Gameiro, che a tu per tu con il portiere insacca in rete. Nel secondo tempo, la squadra del Cholo perde qualche colpo, concedendo all’Eibar troppi spazi.

Oblak però salva i suoi in svariate occasioni; prima al 63′ e poi al 73′, su due colpi di testa di Jordan e Paulo Oliveira, il portiere compie due parate decisive per le sorti del match. Al 92′ Gimenez salva l’Atletico, opponendosi alla concludine a botta sicura di Enrich.

Successo esterno anche per il Valencia di Zaza, che si oppone 2-1 in casa del Deportivo la Coruna. Dopo un inizio a mille dei padroni di casa, anche una traversa colpita, il Valencia passa in vantaggio al 37′ con Guedes. Il centrocampista lascia partire un forte rasoterra che passa sotto le gambe di un colpevole Ruben Martinez. Il raddoppio arriva al 63′, sempre in maniera molto fortunata.

Il tiro di Rodrigo viene deviato da Albentosa, divenendo così imparabile da Martinez. All’87’ Andone riapre il match, siglando la rete dell’1-2. Nel recupero il Deportivo poteva riacciuffare la partita, ma Adrian spara alle stelle a tu per tu con Neto. Il Valencia trova la seconda vittoria consecutiva in Liga, raggiungendo quota 40 punti in classifica.

Il Barcellona va di rimonta: la Real Sociedad viene recuperata da Suarez e Paulinho

Nel posticipo serale di Liga, il Barcellona sfida fuori casa la Real Sociedad. Inizio da incubo per i blaugrana che, dopo appena 11′, si ritrova sotto di 1 gol. Willian Josè supera in tuffo di testa Ter Stegen. Al 28′ l’arbitro annulla un gol al Real Sociedad per fallo su Rakitic. Questione di pochi minuti però e Juanmi trova il raddoppio, beffando il portiere del Barcellona. Il Barca non ci sta, e al 39′ Paulinho accorcia le distanze, insaccando in rete a pochi passi.

Dopo appena 5′ della ripresa Luis Suarez agguanta il pareggio, con un destro a giro che beffa Rulli. Anche Messi vuole mettere la proprio firma sulla partita; l’argentino però centra la barriera su punizione da posizione invitante al 64′. Al 66′, dopo circa 4 mesi, ritorna in campo Dembele, al posto di Paulinho. Siamo al minuto 71 e il Barcellona passa in vantaggio; a colpire è di nuovo il pistolero Suarez.

L’uruguaiano supera Rulli calciando col destro; 3-2 Barca. Messi ci riprova su punizione al 76′; pallone di poco fuori. L’argentino demorde e conquista; all’ 85′ firma il 4-2 chiudendo così la partita.

Risultati delle altre squadre di Liga:

  • Getafe-Malaga 1-0
  • Girona-Las Palmas 6-0
  • Levante-Celta Vigo 0-1
  • Alaves-Siviglia 1-0
  • Espanyol-Atletico Bilbao 1-1

 

Leggi anche