Live – Conferenza stampa Allegri: le parole del tecnico

Prima PaginaLive - Conferenza stampa Allegri: le parole del tecnico

Allegri-Juventus atto secondo, la presentazione dell’allenatore bianconero. Anche Andrea Agnelli in conferenza stampa

Pronti via e si parte con la nuova versione di Allegri alla Juventus. Dopo qualche giorno di allenamenti e la sgambata contro il Cesena, ora è tempo di (ri)presentarsi. L’allenatore livornese è accompagnato dal presidente Agnelli, filo conduttore del suo ritorno in bianconero.

La conferenza stampa

Prende parola il presidente Agnelli: “Faccio pubblicamente i complimenti all’Italia e a tutto lo staff, è stato un mese emozionante. Non ho aggiornamenti su altri temi, dedichiamo la giornata a Max, ci tenevo ad essere qui con lui. Inutile parlare del suo palmares. Ci siamo visti spesso e abbiamo discusso sul futuro della Juventus. Qui ogni giorno si compete per ottenere vittorie e non è scontato, sarebbe un errore gravissimo pensarlo.

Dietro ad ogni annata c’è tantissima voglia di ottenere i risultati. Ogni vittoria è stata conquistata grazie al lavoro e vincere non è per tutti e chi ci riesce merita rispetto. Gli obiettivi che ci poniamo sono sempre quelli di arrivare a marzo nelle migliori condizioni per giocarsi tutti i trofei. Non siamo tornati insieme per amicizia, ma per scrivere un capitolo nuovo. La tradizione bianconera è molto chiara: è fatta di lavoro, sacrifici e vittorie e Max è tornato per questo”.

CONTRATTO QUADRIENNALE

“Questo è un segnale di fiducia e programmazione. Crediamo sia la persona giusta per portare avanti il percorso con la nuova area sportiva. Max non è stato scelto per cuore ma per competenze”.

DECISIONE

Ci siamo visti tantissime volte. Quando abbiamo deciso si apportare cambiamenti abbiamo valutato i profili migliori. C’è stato un rafforzamento dell’area generale e la figura di Max era la migliore”.

INIZIA LA CONFERENZA DI ALLEGRI: CHE JUVE HA RITROVATO?

“Mi sono emozionato e divertito. Ora stanno rientrando tutti i giocatori della prima squadra. Ho a disposizione un’ottima squadra, stiamo lavorando per sistemarla. Ci sono molti giovani che possono essere un valore aggiunto da mescolare con gli esperti Chiellini, Bonucci e Ronaldo. Devono essere d’esempio per i più giovani, che devono capire che cosa è la Juventus. Giorno dopo giorno dobbiamo migliorare per centrare gli obiettivi”.

L’AFFETTO DEI TIFOSI

“Saranno molto importanti con la riapertura degli stadi. Ma ora il passato non conta, serve solo per la storia. Conta il futuro e il lavoro quotidiano e da questo dobbiamo ripartire”.

RONALDO?

“Cristiano è un grandissimo campione, c’ho parlato come con gli altri giocatori. Gli ho detto che ha una responsabilità maggiore rispetto a tre anni fa, quando avevamo una squadra più esperta. Quindi oltre a mettere in campo i suoi gol dovrà fare la differenza anche con il carattere. Ovviamente giocando ogni tre giorni ci sarà una gestione. Da un anno e mezzo hanno sempre giocato. Sarà un anno importante anche per Dybala, mi ha stupito fisicamente e mentalmente”.

NUOVI GIOCATORI: CHI LA INCURIOSISCE?

“Rabiot è un giocatore di grande qualità, ma deve fare più gol. La stessa cosa McKennie. Ho tanti giocatori con gol nelle gambe. Alla fine del campionato si deve arrivare a 75 gol e oltre alle punte bisogna trovarli dal resto. Sotto questo aspetto abbiamo grandi potenzialità”.

DYBALA PUO’ ARRIVARE NEI TOP 5?

Ha dei numeri che sono dalla sua parte, questa stagione può dimostrare il suo valore. Ho avuto un ottima percezione, ho trovato un uomo. Sa che per lui quest’anno è importante. Ha delle giocate straordinarie. Punto e pretendo molto su di lui”.

INTER?

“Sicuramente è la favorita, di solito chi vince è favorito. Dobbiamo costruire un percorso per vincere il campionato. La Champions deve essere un desiderio da parte di tutti”.

CINQUE SOSTITUZIONI

“Spero di non far casino – non poteva mancare la battuta alla Allegri – forse ne può bastare anche una. Sicuramente è un vantaggio se prendi la partita storta”.

KULUSEVSKI?

“Datemi il tempo di vederlo, mago non sono. Anche lui deve migliorare in fase realizzativa, è un giocatore migliorabile”.

LE PUNIZIONI?

“Uno tira a destra e uno a sinistra, poi se arriva qualcuno destro bravo a tirare, Ronaldo calcerà quelle più da lontano”.

QUANTI PUNTI SERVIRANNO PER VINCERE?

“Tra 86 e 88, poi magari sbaglierò”.

FORMAZIONE CON TANTO TALENTO

“Dovrò trovare un equilibrio, dovrò schierare una formazione per vincere, tenendo in considerazione tanti fattori, dovuti al post Europeo e alle tante partite ravvicinate. Dovremo gestire tutti al meglio. Credo di avere tanti giocatori migliorabili”.

RINNOVO CHIELLINI

Risponde Agnelli: “Mi sembrava ridicolo interrompere le vacanze, è con noi da 20 anni, l’ho sentito lunedì.”

VICE CAPITANO

Sarà Dybala, Bonucci è andato e tornato quindi ha perso il posto”.

SICURO CHE RONALDO SARA’ “IL CENTRAVANTI DI ALLEGRI”?

“Sono sicuro che farà gol. Partendo un po’ da sinistra, da destra, non cambia”.

ARTHUR E LOCATELLI

“Di Locatelli non ne parlo. Arthur non ho avuto possibilità di vederlo, è un buon giocatore, ha tecnica, speriamo di averlo al più presto, ha voglia di rientrare”.

Antonio Salomone
Scrivo per amore dello sport o seguo lo sport per l'amore della scrittura? Entrambe le cose. (Quasi) giornalista pubblicista. Tra le poche cose ho una Laurea in Scienze della Comunicazione e un Master in Giornalismo Sportivo. Amo approfondire ed essere un testimone della realtà.

Covid-19

Italia
114,271
Totale di casi attivi
Updated on 18 September 2021 - 09:56 09:56