londra
immagine da pixabay

La city si appresta ad entrare nel “Tier 4”, un nuovo e pesante livello di allerta Covid dovuto alla probabile comparsa di un nuovo ceppo di Coronavirus

Come Primo Ministro, è mio dovere prendere decisioni difficili per fare ciò che è necessario per proteggere i cittadini di questo Paese“. Sono queste le parole determinate pronunciate dal Primo Ministro inglese Boris Johnson durante una diretta dal n.10 di Downing Street. Londra e il sud-est dell’Inghilterra entrano in lockdown duro, con un nuovo livello di allerta denominato “Tier 4”, come anticipato dai media locali.

Nelle aree summenzionate entra in vigora l’obbligo di rimanere a casa, la chiusura di tutte le attività non essenziali, il passaggio (ove possibile) allo smart working e pesanti restrizioni alle festività natalizie. Proibito ospitare persone a casa per le festività natalizie, in netto contrasto con le promesse delle scorse settimane, da parte del governo, di feste più libere.

Cosa è cambiato a Londra?

A rovinare i piani del governo e le aspettative dei cittadini britannici ci sarebbe un’impennata dei contagi. Il virus sembra correre più rapidamente del previsto nella city e nell’Inghilterra sud-orientale. A far aumentare la rapidità dei contagi sembrerebbe essere una presunta mutazione del virus, occorsa proprio nell’area della capitale. Nei giorni scorsi, il Ministro della Salute Hanckock aveva parlato di una nuova variante del virus, sottolineando che al momento non ci sono evidenze che questa nuova variante sia più letale o che non risponderà ai vaccini attualmente disponibili.

La scoperta è stata comunicata all’OMS e attualmente sono in corso tutte le verifiche del caso. Ma al di là delle rassicurazioni, è evidente l’elevato livello di allerta da parte delle autorità britanniche. La scelta di passare al Tier 4 in via precauzionale la dice lunga sul clima ben poco festoso che sta calando sul Regno Unito. Solo pochi giorni fa Londra era passata dal Tier 2 al Tier 3. Adesso, con il Tier 4 verranno adottate misure ancora più drastiche